Mercoledì, 20 Febbraio, 2019

Il cervello femminile invecchia più lentamente di quello maschile: la ricerca

Credit Neuroscience e Biobehavioral Reviews Il cervello femminile è, a parità di età, di tre anni più giovane di quello maschile
Machelli Zaccheo | 07 Febbraio, 2019, 17:40

Il cervello femminile e quello maschile invecchiano in maniera diversa e il cervello delle donne si mantiene "più fresco" nel tempo.

Le donne? Hanno un cervello mediamente 3 anni più giovane di quello degli uomini.

Il cervello funziona grazie anche allo zucchero, ma il modo in cui il cervello lo utilizza cambia mentre le persone crescono e invecchiano. Come noto infatti con l'avanzare dell'età, si riduce la quota di zuccheri metabolizzata a livello cerebrale attraverso la glicolisi aerobica. Sfruttando un algoritmo allenato a mettere in relazione l'età e il metabolismo cerebrale sulla base di dati raccolti nei maschi, gli studiosi hanno scoperto che nelle donne l'età media del cervello era di 3,8 anni inferiore rispetto a quella anagrafica. L'esperimento è stato fatto anche sugli uomini addestrando l'algoritmo con dati femminili, e ne è emersa un'età cerebrale media di 2,4 anni maggiore rispetto a quella reale.

Si tratta di una differenza che gli stessi ricercatori affermano essere "significativa e riproducibile", sebbene non sia comparabile con quanto avviene con altri parametri come l'altezza, è comunque più forte rispetto a molte altre differenze segnalate fra i due generi. Uno studio della medicina americana, infatti, ha dimostrato che il cervello femminile appare tre anni più giovane rispetto a quello maschile, a parità di età all'anagrafe. LA PET è una tecnica che permette di misurare il metabolismo dei tessuti di interesse, in questo caso quelli del cervello.

"Non è il cervello degli uomini a invecchiare più velocemente: in realtà gli uomini raggiungono l'età adulta circa tre anni dopo le donne e questa differenza persiste nel corso della vita", spiega Goyal.

Paziente sottoposta a PET (Phanie/AGF) Resta così confermata un'importante ipotesi sull'evoluzione del cervello della specie e dell'individuo, nonché l'influenza sul cervello della differenziazione sessuale nelle varie età. "La ragione per cui le donne non sperimentano negli anni lo stesso declino cognitivo degli uomini sia proprio il fatto che il loro cervello è effettivamente più giovane". I ricercatori stanno monitorando una coorte di adulti nel tempo, per verificare se effettivamente chi ha un cervello metabolicamente più giovane ha meno probabilità di sviluppare problemi cognitivi.

Altre Notizie