Venerdì, 19 Aprile, 2019

Borsa, Ue accelera dopo avvio piatto, Londra +0,59%, Milano +0,65%

Borsa Milano cauta in attesa trimestrali denaro su Tim  Il punto 1 minuto in Borsa 5 febbraio 2019
Esposti Saturniano | 07 Febbraio, 2019, 01:06

Tra gli altri titoli spicca il +5,18% di Stm, mentre tra i pochi segni meno si segnala Generali (-0,91%).

Per quanto riguarda le indicazioni arrivate dai dati macro, indicazioni peggiori del previsto dall'indice europeo di fiducia Sentix (-3,7 punti), dai prezzi alla produzione di Eurolandia (-0,8% mensile) e dal dato che misura l'andamento degli ordini alle industrie statunitensi (-0,6% m/m). L'incertezza si ha anche sulla piazza di Milano che si posiziona sulla linea di parità. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nel comparto tecnologia (-0,68%).

Milano ha terminato le contrattazioni con Ftse Italia All-Share a 21.557,52 punti (+0,17%) e Ftse Mib a 19.605,60 punti (+0,15%).

Lieve calo dello spread, che scende a +253 punti, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 2,72%. A Piazza Affari si conferma il buon passo di Tim (+1,92%) con il ceo di Cdp Fabrizio Palermo favorevole al progetto della rete unica per la banda ultralarga.

Campione del listino milanese è Unicredit, che balza del 4,36% alla vigilia di conti 2018. Tokyo ha chiuso la sessione in rialzo dello 0,46%, nonostante il crollo del titolo Sony, scivolato di oltre l'8% dopo che il colosso ha annunciato di aver tagliato l'outlook sul fatturato per l'intero anno fiscale, a causa delle vendite più deboli delle attese di smartphone e di macchine fotografiche. E ben comprate restano Recordati (+2%) dopo la chiusura dell'Opa, Fineco (+2,4%) e Poste (+1,7%).

Altre Notizie