Mercoledì, 21 Agosto, 2019

Cachet Sanremo 2019: conduttori, ospiti e costi rimborso spese

Comincia Sanremo 2019: la diretta della prima serata Claudio Baglioni: “Non sarà un Festival politico”
Deangelis Cassiopea | 06 Febbraio, 2019, 16:36

Bisio, a parte un monologo sulle polemiche Baglioni/migranti, è rimasto più conduttore limitando un po' la vena comica.

Un Festival di Sanremo che non sarà sovranista ma ha una sua identità - come assicura il direttore di Rai1 Teresa De Santis, alla sua prima prova del fuoco in questo ruolo - e neppure politico, come assicura Claudio Baglioni, alla sua seconda direzione artistica di fila.

Durante la conferenza stampa Claudio Baglioni ha annunciato altri famosissimi ospiti, tra i quali Bocelli padre e figlio, Claudio Santamaria, Giorgia, Pierfrancesco Favino e Riccardo Cocciante. La clausola di trasparenza "c'è, è rispettata - ha aggiunto Fasulo - il contratto di Baglioni è in linea con precedenti direttori artistici". La frase che fa: 'Passerotto non andare via', era un chiaro riferimento agli immigrati che stanno qui. "A fronte del lavoro che ha fatto Claudio, è ingeneroso pensare sempre a chi verrà dopo".

Ecco allora che Striscia parla di conflitto d'interessi, tirando in ballo anche il fatto che i due cantanti della categoria Giovani di questa edizione, siano stati scelti da una giuria che poteva essere loro favorevole, dato che i due vincitori hanno entrambi collaborato con alcuni dei giurati. Molti non hanno colto l'ironia del testo e sui social non sono mancate le polemiche.

"Un mio amico ornitologo mi ha spiegato che il 'passer domesticus' nasce in Africa e migra in Europa da 11mila anni". E Baglioni lo sapeva. Sul palco dell'Ariston subito in gara tutti i 24 artisti (nessuna distinzione tra Big e Nuove proposte, una novità) che presenteranno le loro canzoni. Quindi ammette: "Non sono una conduttrice e riuscire a dire 'frizzi, lazzi, sfrinzi' è già una vittoria", poi racconta che ieri era molto emozionata ed aveva anche mal di stomaco "Io faccio un altro mestiere, ma mettiamo un passettino alla volta".

Baglioni non ha toccato il tema, ha invece sottolineato che quello che si apre domani "non è un Festival politico. a meno che non accadano a mia insaputa delle cose". Lui è proprio subdolo, faccio un appello ai giornalisti di inchiesta.

Altre Notizie