Martedì, 25 Giugno, 2019

È morto Giampiero Artegiani: scrisse "Perdere l’amore" con cui Ranieri vinse Sanremo

Giampiero Artegiani è morto Giampiero Artegiani, è morto l’autore di “Perdere l’amore”
Deangelis Cassiopea | 06 Febbraio, 2019, 08:39

Nel 1988 poi la sua canzone "Perdere l'amore" cantata da Massimo Ranieri vinse il Festival.

Il destino ha giocato un brutto scherzo a Giampiero Artegiani.

La musica italiana dice addio a Giampiero Artegiani, molto legato artisticamente a Napoli per aver scritto insieme a Marcello Marrocchi, il capolavoro "Perdere l'amore" magistralmente interpretato da Massimo Ranieri.

Come si legge sul profilo Facebook di Giampiero Artegiani, i funerali si terranno mercoledì 6 febbraio (alle 11) presso la Chiesa della Trasfigurazione in piazza della Trasfigurazione a Roma. Negli anni Settanta iniziò con una band, di cui faceva parte anche Michele Zarrillo. Anche questa, però, si rivelò un'avventura breve, motivo per il quale decise di dedicarsi al cantautorato. Ma la carriera non decollava, nonostante album come "Dopo il ponte" (1989), con testi che affrontavano tematiche importanti, dalla pena di morte al ritiro delle truppe sovietiche in Afghanistan. Canzone che al Festival fu cantata da Massimo Ranieri.

Resosi conto delle difficoltà, Giampiero Artegiani concentrò le sue energie nell'attività di produttore e paroliere, che gli permise di firmare pezzi per Franco Califano, Michele Zarrillo, Silvia Salemi, Marco Carta e tanti altri. "E le rondini sfioravano il grano", brano con cui arrivò terzo in classifica.

Tra le collaborazioni di Artegiani figura anche quella con Peppino di Capri, per cui scrisse alcuni brani in napoletano.

Nel 2009 aveva tentato un ritorno da solista, nel 2017 una reunion dei Semiramis.

Altre Notizie