Sabato, 20 Luglio, 2019

Stadio Roma, Raggi: "Entro quest'anno apriranno i cantieri"

Stadio della Roma, il Codacons annuncia esposto contro la Raggi ma deve fare marcia indietro Nuovo stadio della Roma, Raggi: "Si farà, cantieri entro l'anno"
Cacciopini Corbiniano | 05 Febbraio, 2019, 16:33

Per il vicepresidente dell'A.S. Roma, Mauro Baldissoni, "non ci sono temi controversi, soltanto temi tecnici da definire". Entro l'anno sarà possibile aprire i cantieri. Era solo a uso interno ma non è stata modificata nella sua essenza, era quella.

Quello del Politecnico sull'opera è "è un sì condizionato. Allo stadio bisognerà arrivare soprattutto con il trasporto pubblico, arrivarci in auto vorrà dire pagare un costo". L'ultima volta solo lo scorso 18 gennaio, quando ha twittato: "Lo stadio si farà e sarà uno stadio fatto bene". Oltre alla conferenza di oggi e al consiglio straordinario ne parleremo anche con i cittadini, è un atto dovuto. I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti.

Daniele Frongia, Assessore allo Sport di Roma Capitale, si è espresso cosi a proposito del progetto sullo stadio della Roma ai microfoni di Radio Roma Capitale. Sia la Roma Lido che la FL1 sono di grande aiuto e offrono fino a un 60% della copertura degli spostamenti. "L'obiettivo è modulare l'offerta verso le direttive europee e da questo punto di vista sarà fondamentale il Pums (piano urbano sulla mobilità sostenibile)". Queste le sue dichiarazioni: "Abbiamo lavorato su tre aspetti: la disciplina dei trasporti, l'interesse di chi fa uso della rete ferroviaria a Roma e come ci poniamo rispetto agli obiettivi comunitari". Ci sono già 180 milioni della Regione, ai quali si aggiungono 40 di Roma Capitale. Ma "queste azioni vanno attuate in tempi contenuti". Abbiamo usato dei termini forti in relazione alla diagnostica del problema a fine novembre e cioè catastrofico, perché andare incontro ad un'offerta stradale senza un'offerta ferroviaria era impossibile, non è proponibile ed al passo con i tempi. "Il problema c'è, ma esistono soluzioni".

"Per la città arriveranno un miliardo di investimenti e la riqualificazione di un'area assolutamente degradata". Circa 500 mila cittadini beneficeranno di servizi e infrastrutture. Questo progetto conferma che è stata fatta una scelta giusta. Il taglio delle cubature non va a impattare sulla mobilità. Non ero obbligata a richiedere questo parere che è andato a rivedere un progetto già approvato in conferenza dei servizi. Porterà lavoro ed investimenti ed è questo il senso della nostra approvazione.

Altre Notizie