Lunedi, 19 Agosto, 2019

Tav, è scontro tra Di Maio e Salvini?

Attendere un istante stiamo caricando il video Attendere un istante stiamo caricando il video
Evangelisti Maggiorino | 05 Febbraio, 2019, 15:21

"Per noi questo governo deve andare avanti, ma sulle cose su cui siamo d'accordo, tra le quali non c'è la Tav in Val di Susa".

Ieri erano solo indiscrezioni di stampa a riferirlo, oggi - sebbene manchi ancora l'ufficialità - è il vicepremier Luigi Di Maio, all'Aquila per un appuntamento elettorale, a dirlo a chiare lettere: l'analisi costi benefici sulla Tav, al quale il Ministro Danilo Toninelli ha appeso il destino dell'opera, ha dato esito negativo. Il vicepremier Matteo Salvini rilancia, sul Mattino e sul Messaggero, il progetto Torino-Lione e assicura che il braccio di ferro con il M5S si risolverà. Mi spieghi perché. Non ci sono tifosi del sì e del no. Mi spieghi perché, numeri alla mano, è sconveniente usare treni veloci che ci collegano al resto del mondo risparmiando inquinamento e risparmiando quattrini.

E mentre si attende di capire cosa farà il Movimento 5 stelle, un ex grillino espulso dal Movimento, ma titolare di un seggio nella Giunta per le Immunità del Senato annuncia il suo vot contro il processo a Salvini. Uno scambio Tav contro Diciotti? Io ho fatto il ministro: blocco gli sbarchi, sveglio l'Europa e fermo morti e partenze.

Il M5s che con Salvini governa sta iniziando una lunga retromarcia che forse li porterà a votare a favore. La narrazione sarà questa ma sono tutte balle. Farne una 'mini', è una "supercazzola" dice il leader pentastellato. "Lavoriamo su quelle su cui siamo d'accordo", ha spiegato Di Maio a Ortona, aggiungendo: "Con 20 miliardi ci costruisci in Italia 2.500 scuole con criteri antisismici e tante nuove Tav". "In Abruzzo i cittadini impiegano anche sei ore per raggiungere Roma da Pescara". I senatori non dovranno entrare nella questione specifica del sequestro di persona ma interrogarsi su questo: "Salvini ha bloccato la Diciotti per una sua fantasia personale o per senso della patria?".

Salvini. "Sulla Tav decidono gli italiani, che hanno bisogno di viaggiare di più, di inquinare di meno, di spendere di meno". La tenuta del governo, insomma, non è a rischio. Salvini, sempre parlando di Di Battista, ha aggiunto che "si e' riposato ed e' tornato bello carico". "Non faccio cadere un governo per i sondaggi". "L'ultima cosa che voglio fare è un'ingerenza in una Paese straniero ma qui ci sono di mezzo i diritti umani". Se i fondi non sono impiegati, possono essere allocati ad altri progetti europei. "Non e' che quando si dice 'e' una scelta politica' diventa lecito tutto - sottolinea - Anche le deportazioni sono state una scelta politica, tanto che furono fatte delle leggi". "L'Italia ha già speso molti soldi".

Altre Notizie