Mercoledì, 20 Febbraio, 2019

Falla di sicurezza in FaceTime: spiati gli iPhone prima della risposta

Apple Animoji Effetti Vocali 1 Un bug di FaceTime per iPhone e Mac consente di ascoltare il ricevente ancora prima che accetti la chiamata
Esposti Saturniano | 31 Gennaio, 2019, 02:11

Nei giorni scorsi è circolata infatti la notizia di una pericolosa falla nell'applicazione, con la quale si potrebbe ascoltare l'audio della persona chiamata prima ancora che questa risponda. Il bug affliggeva tutte le versioni di FaceTime, sia per iOS che per macOS: il microfono veniva attivato prima che l'utente accettasse la chiamata e, aggiungendo se stessi alla chat, l'app iniziava a trasmettere l'audio dell'interlocutore. Smartphone e tablet in modalità silenziosa si trasformavano così in potenziali gadget spia senza che il proprietario potesse accorgersi di nulla se non della notifica della chiamata persa.

"I vendor dei vari software -continua l'esperto- si affidano quindi alla community della sicurezza informatica per ricevere un aiuto nel rilevamento e nella correzione di eventuali bug prima che possano essere sfruttati da cybercriminali o attaccanti generici". Come soluzione temporanea Apple sta disattivando lato server la possibilità di effettuare chiamate di gruppo, ovvero la funzione tramite la quale è possibile innescare il corto circuito che dà luogo al bug; se qualcuno ancora è in grado di avviare o partecipare a questo tipo di chiamate, a breve non potrà più farlo. "Ad Apple va riconosciuto il fatto di aver diffuso velocemente la notizia".

Dovrebbe arrivare un update contenente il fix verso la fine della settimana, ma chi è preoccupato può disabilitare FaceTime nelle impostazioni di iOS.

Altre Notizie