Lunedi, 19 Agosto, 2019

Zuckerberg vuole integrare WhatsApp, Instagram e Facebook Messenger

Facebook vuole integrare Instagram, WhatsApp e Messenger (con nuove conseguenze sulla privacy) WhatsApp, Instagram e Messenger “integrati”. Il piano di Zuckerberg
Acerboni Ferdinando | 27 Gennaio, 2019, 13:50

Se confermato c'è da scommettere che il cambiamento sarà epocale.

Nel frattempo i rappresentanti legali di organizzazioni come Open Market Institute, Color of Change ed Electonic Privacy Information Center si sono unite nello scrivere una lettera alla Ftc per chiedere un intervento del governo sul funzionamento di Facebook. Questo vorrà dire ad esempio poter contare tra gli utenti fasce di popolazione del sud est asiatico e del Sud America che al momento utilizzano Whatsapp ma non Facebook.

Facebook ha acquisito la piattaforma di photo-sharing Instagram per circa 1 miliardo di dollari nel 2012, prima di rilevare l'app di messaggistica WhatsApp nel 2014 per un valore stimato di 19,3 miliardi.

Questa mossa arriva dopo un momento difficile per Facebook, che ha dovuto fronteggiare le critiche emerse dai casi legati all'uso dei dati, come quello di Cambridge Analytica, e alla diffusione delle fake news, accompagnati da un rallentamento nella crescita e al crollo in borsa di luglio 2018. "Si richiedono, pertanto, sanzioni e rimedi che vanno ben oltre le recenti azioni della Commissione". A tal fine, la piattaforma unica implementerà la crittografia end-to-end (a oggi usata soltanto da WhatsApp, che non invia ad alcun server foto né messaggi).

L'articolo del New York Times riporta che Zuckerberg rifletteva su questa idea da mesi, e che questo abbia contribuito ad incrinare i rapporti con i fondatori di Instagram (Kevin Systrom e Mike Krieger), che hanno lasciato Facebook a settembre seguendo Jan Koum e Brian Acton, fondatori di WhatsApp, che avevano abbandonato la nave per ragioni simili. Zuckerberg vuole che la messaggistica integrata tra i tre servizi incorpori la garanzia della criptazione, ma questo renderà molto più difficile l'intervento censorio che Facebook sta cercando con tutte le sue forze di mettere in atto. "Stiamo lavorando - continua - per portare la crittografia end-to-end ad altri nostri servizi di messaggistica e stiamo valutando come rendere più facile raggiungere amici e familiari attraverso i diversi network". Vantaggi, quindi, dal punto di vista di Facebook, per tutti.

Con questa operazione Zuckerberg ha almeno due obiettivi: il primo è legare ancora di più le persone alle proprie applicazioni di messaggistica, dando una spallata alla concorrenza, il secondo - e forse più importante - è che si potrebbero aprire ulteriori possibilità di monetizzazione, tramite pubblicità o altri sistemi.

Come ci si aspetterebbe, sono un sacco le discussioni e i dibattiti, mentre iniziano il lungo processo di realizzazione di tutti i dettagli su come funzionerà.

Altre Notizie