Venerdì, 19 Aprile, 2019

Giustizia, Briatore: "Di Battista? Non so chi sia non lo conosco"

Da sinistra Matteo Salvini Maria Elena Boschi e Francesco Bonifazi Da sinistra Matteo Salvini Maria Elena Boschi e Francesco Bonifazi
Evangelisti Maggiorino | 18 Gennaio, 2019, 19:50

Il quale, appena arrivato, ha immediatamente chiarito: "Io sono qui per ascoltare magistrati, avvocati e imprenditori, non certo per incontrare la Boschi". L'ultimo episodio che ha fatto imbufalire i leghisti e il suo "capitano" riporta a martedì sera quando il vicepremier del Carroccio si è palesato alla cena organizzata dalla giornalista nazarenica Annalisa Chirico in nome del partito del Pil per una giustizia più veloce. Ed è così che questa sera Matteo Salvini parteciperà a una cena organizzata dall'associazione 'Fino a prova contraria' dove, tra i tanti, ci saranno molti rappresentanti del Partito Democratico: da Marco Carrai, imprenditore molto vicino a Matteo Renzi, fino ad arrivare al presidente della Fondazione Open Alberto Bianchi, passando per Francesco Bonifazi. "Sì, lui ha controfirmato il mio avviso di garanzia per la nave Diciotti, ma vabbè, sono atti dovuti.", dice Salvini del magistrato che pasteggia insieme a lui. Sì, perché il cosiddetto decreto Spazzacorrotti è stato bocciato proprio dall'organizzatrice dell'evento, convinta che renderà i processi "eterni". "Bisogna mettere benzina per far ripartire il lavoro: serve il taglio del cuneo fiscale per il costo del lavoro, bisogna affrontare la questione salariale e l'introduzione del salario minimo legale per chi non è coperto da contratto nazionale". Il desiderio dei presenti è quello di romanizzare il barbaro, ovvero sperano tutti nella svolta moderata di Salvini.

Come era prevedibile, il momento clou si apre con l'arrivo della Boschi, iscritta all'associazione della Chirico (a maggior ragione, viste le vicende familiari con la Banca Etruria). Tuttavia, il trend iniziale può condizionare chi andrà a votare nel prossimo weekend, nella tornata conclusiva di convenzioni nei circoli, e anche il 3 marzo. L'improvvisazione (almeno apparente) che ha caratterizzato la discesa in campo del ticket con Anna Ascani sta accompagnando anche la campagna congressuale dei due, tanto che il consenso giunto finora dai territori appare "insperato e sorprendente" anche a loro.

Invitati alla cena ci sono anche altri due ministri leghisti: Giulia Bongiorno e Lorenzo Fontana.

Giuristi, imprenditori, magistrati, manager come Montezemolo e Briatore, e, ovviamente, politici. Tema: giustizia e garantismo.

La serata è stata mondana ma talvolta la mondanità può servire.

Altre Notizie