Martedì, 26 Marzo, 2019

Di Maio e Di Battista on the road: "Si va a Strasburgo"

Di Maio e Di Battista in auto a Strasburgo “Cambiamo l’Europa” Di Maio e Di Battista in viaggio verso Strasburgo: "Cambiamo l’Ue"
Evangelisti Maggiorino | 14 Gennaio, 2019, 20:57

Dobbiamo fare quota 41, che è il vero superamento totale della legge Fornero e per farlo abbiamo bisogno che quest'anno, con le elezioni europee, cambino alcune regole europee.

A guidare è Luigi Di Maio mentre il frontman M5S siede sul lato passeggeri. "O in Europa cambiano i trattati o se crolla l'Europa non è colpa del M5S".

Di Battista ha poi detto che "c'è da fare una battaglia sul merito di alcuni trattati: allargare la platea di chi beneficia di diritti economici e sociali e aumentare i fondi per i dissesto" e che si fida "assolutamente di Luigi, anche alla guida". "Oggi andremo a Strasburgo a portare alcuni messaggi direttamente lì", ha spiegato. "Adesso portiamo a casa gli obiettivi del contratto - ha aggiunto Di Maio - ma nulla vieta che in futuro il contratto possa essere aggiornato".

Il vicepremier fa autocritica e spiega che è importante che i cittadini "percepiscano questi risultati" senza che glieli si debba ricordare ogni volta. Dopo aver annunciato la volontà del governo di togliere i caselli e la concessione ad Autostrade, inserendo una tariffa italiana a basso costo per la rete autostradale italiana, il vicepremier, accompagnato in Francia da Alessandro Di Battista, ha lanciato la seconda diretta video su Facebook di fronte alla sede del Parlamento Ue a Strasburgo: "Una marchetta francese che dobbiamo chiudere prima possibile", ha detto Di Maio annunciando così la proposta che caratterizzerà la campagna elettorale del Movimento 5 Stelle per le elezioni europee. Stiamo di nuovo insieme dopo qualche mese e sono molto contento e fiducioso che si possano fare delle belle cose in Italia e mandare un messaggio anche in Europa.

"Il sito internet per chiedere il reddito di cittadinanza sara' pronto nel mese di marzo e nel giro di qualche settimana si sapra' se chi ha fatto domanda ha diritto oppure no, poi si va alla posta si ritira la card e si riceve la telefonata del cosiddetto navigator". Però - continua Di Maio - "c'è una cosa importante che tutti i cittadini devono sapere: non abbiamo finito qui".

Durante la diretta Facebook in direzione Strasburgo, Di Maio ha parlato anche della ricostruzione post-terremoto: "Il vero nemico della ricostruzione delle aree terremotate è la burocrazia".

Altre Notizie