Mercoledì, 21 Agosto, 2019

Juve, Allegri: "Razzismo? C'è paura nel prendere decisioni impopolari"

Juventus, Allegri: «Sul razzismo ci si riempie la bocca di slogan» Razzismo negli stadi, Allegri ci va giù duro: "C'è paura nel prendere decisioni impopolari"
Cacciopini Corbiniano | 11 Gennaio, 2019, 22:45

La Coppa Italia è un obiettivo, come la Supercoppa. Massimiliano Allegri presenta alle 12 la sfida contro la squadra di Filippo Inzaghi.

Affronteremo la partita nel migliore dei modi domani, sapendo che è una partita secca. E ci prepareremo al meglio per la gara di mercoledì contro il Milan. Dobbiamo subito rientrare in carreggiata, anche perché la Coppa Italia per noi è un obiettivo importante al pari di scudetto, Champions e Supercoppa. "La prima partita dell'anno è la più difficile, come la prima dopo la sosta estiva" le prime parole in conferenza dell'allenatore della Juventus. "Da domani al primo giugno ci giochiamo l'intera stagione". Ci deve aiutare a preparare al meglio la sfida di mercoledì.

Mi aspetto che domani Paulo faccia una partita bella come negli ultimi periodi. "Cristiano e Mandzukic lavorano più nella profondità e nella fase realizzativa che nella costruzione". Qualcuno giocherà un tempo, i cambi saranno importanti, sperando di chiuderla in 90 minuti. A destra andrà De Sciglio, ma Cancelo è ok per la Supercoppa. In porta ci sarà Szczesny, in previsione della gara di Supercoppa.

Prima la Coppa Italia, poi tutto il resto. "Non bisogna spaccare l'atomo: ci sono strumenti capaci di andare a prendere chi si comporta male - osserva -". Ma si ha paura a prendere decisioni impopolari. Quali sono le novità?

E' un accordo della Lega, ci hanno detto di andare a giocare là e andiamo a giocare là. Se non sbaglio, chi tirò la banana a Sterling ora non può entrare più negli stadi. Cosa facciamo? In questi casi invece di stare zitti e prendere decisioni, si riempiono la bocca.

SUPERCOPPA A GEDDA - "Dobbiamo andare a giocare in Arabia Saudita, è stato fatto un contratto. Mi sembra che l'Italia abbia rapporti anche economici con l'Arabia, ci hanno detto di giocare e andiamo a giocare". Allegri ha ammesso la possibilità di far giocare il giovane Moise Kean dal primo minuto: al momento è lui il favorito per comporre il tridente offensivo insieme a Dybala e a Cristiano Ronaldo.

"Io parlo solo di calcio". Ha giocato meno partite in Nazionale e qualcuna in più della stagione precedente in campionato. "Domani contro il Bologna giocherà, anche se devo vedere come e quando".

Ho già cinque centrocampisti bravi, in questo momento non c'è bisogno di altri. Sto bene così. Ramsey?

Altre Notizie