Martedì, 20 Agosto, 2019

Pensioni, Quota 100: ecco cosa prevede la bozza

Pensioni quota 100 al via dal primo aprile slitta la finestra per quelle di anzianit Come funziona l'anticipo per tutti e la buonuscita agli statali
Esposti Saturniano | 07 Gennaio, 2019, 12:38

In pratica, da quando si maturano i requisiti bisogna aspettare un lasso di tempo che varia a seconda se si è dipendenti pubblici o privati.

Ho. 62 anni e38 anni di contributi.

Nel decreto si parlerà anche del blocco dell'incremento dei requisiti per poter accedere alla pensione anticipata, per cui si continuerà ad andare in pensione con 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne.

"Se le anticipazioni fossero attendibili ci troveremmo di fronte ad una misura previdenziale temporanea, che si esaurirà in un triennio e che non potrà essere definita quota 100 perché il requisito dei 38 anni di contributi per l'anticipo pensionistico rimarrebbe vincolante a prescindere dall'età", queste infatti le dichiarazioni del segretario.

Questo significa che tutti i lavoratori che hanno raggiunto i 62 anni di età che hanno maturato anche i 38 anni di contributi entro la fine del 2018 o, comunque, prima della pubblicazione del decreto pensioni, la decorrenza della quota 100 è fissata per il 1 aprile del 2019. La bozza conferma anche che il prepensionamento attraverso Quota 100 sarà sperimentale e avrà una durata di tre anni.

La decorrenza della pensione dal 1 aprile, però, sarà riservata solo a coloro in possesso dei requisiti al 31 dicembre 2018 e a coloro che li hanno raggiunti dal 1 gennaio 2019 alla pubblicazione del decreto stesso. Chi, invece, matura i requisiti dal primo gennaio 2019 dovrà attendere almeno tre mesi, facendo così slittare la ricezione dell'assegno alla finestra successiva. Inoltre, non potrà cumulare l'assegno con redditi da lavoro superiori a 5 mila euro l'anno, fino al raggiungimento dei 67 anni d'età.

Con opzione donna, invece il cui calcolo è soltanto contributivo si potrà andare in pensione avendo 35 anni di contributi e bisognerà che la donna lavoratrice sia nata entro la fine del 1959, nel caso in cui si tratti di lavoratrici dipendenti mentre entro la fine del 1958 se autonome.

Confermata la proroga dell'Ape sociale e dell'Opzione donna che rimarranno in vigore per tutto il 2019. Luigi Di Maio, insieme anche al da poco rimpatriato dal suo viaggio in Sudamerica Alessandro Di Battista, in un video pubblicato su Facebook in cui i due esponenti pentastellati parlano delle azioni portate avanti dall'esecutivo direttamente dalle piste da sci del Trentino, torna anche sul tema delle pensioni d'oro.

Tuttavia per chiedere l'assegno di accompagnamento alla pensione dovranno essere stipulati accordi sindacali a livello aziendale o territoriale che prevedano "il numero di lavoratori da assumere in sostituzione di quelli che lasceranno in anticipo il posto". Lo prevede l'ultima bozza del decreto su Reddito cittadinanza e pensioni.

È stato diffuso il testo della bozza del decreto legge, composta da due titoli e 27 articoli, contenente tutte le informazioni sulle misure che il Governo ha deciso di adottare per riformare il sistema previdenziale.

Come si evince dalle tabelle riportante nel decreto il governo pensa di aumentare le pensioni minime secondo degli scaglioni denominate "scala di equivalenza" che tengono conto della situzione familiare.

Altre Notizie