Lunedi, 21 Gennaio, 2019

Banca Carige, la BCE dispone l'Amministrazione Straordinaria

Sedi istituzionali e palazzi e piazze simbolo della citt Carige, decade il Cda: la Bce dispone l'amministrazione straordinaria
Esposti Saturniano | 03 Gennaio, 2019, 20:57

A dimettersi dal cda sono stati i consiglieri Lucrezia Reichlin e Raffaele Mincione dopo quelle, lo scorso 31 dicembre, dell'ad Fabio Innocenzi, del presidente Pietro Modiano, e dei consiglieri Salvatore Bragantini, Lucia Calvosa e Bruno Pavesi.

"Con efficacia da mercoledì 2 gennaio sono dimissionari 7 consiglieri su 11 (tutti gli eletti della lista Malacalza tranne Lunardi e Balzani) più Gallazzi (eletto da Assogestioni) e la Pasotti (lista Volpi) della Carige per prendere atto della procedura disciplinata dall'art 70 del testo unico bancario", si legge nel quotidiano romano, che fa riferimento all'assemblea straordinaria che sarebbe stata decisa da Palazzo Koch e Francoforte. Lo si legge in un comunicato dell'istituto, nel quale si specifica che tre i commissari straordinari sono Fabio Innocenzi, Pietro Modiano e Raffaele Lener.

L'amministrazione straordinaria "semplificherà e rafforzeràla governance di Carige e di conseguenza l'esecuzione della strategia in un quadro di sana e prudente gestione".

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato stampa di Banca Carige in merito al provvedimento di Amministrazione Straordinaria dell'Istituto disposto dalla Banca Centrale Europea.

"Abbiamo richiesto al Presidente della commissione Finanze una audizione urgente del Ministro dell'Economia e Finanza sulla situazione della Banca Carige".

I tre commissari straordinari proseguiranno le attività di rafforzamento patrimoniale, rilancio commerciale attraverso recupero delle quote di mercato nei segmenti core, derisking attraverso la riduzione dei non performing loan e ricerca di possibili 'business combination'. Dunque per oggi non ci sarà alcuna negoziazione dei titoli emessi o garantiti da Banca Carige. Tra i primi atti della rinnovata gestione "ci sarà anche l'avvio di riflessioni con lo schema volontario di intervento del Fondo interbancario di tutela dei depositi, per rivalutare l'operazione alla luce del nuovo quadro venutosi a creare e al fine di consentire il proseguimento delle attività di rafforzamento patrimoniale dell'istituto".

Dopo la decisione, un portavoce della Commissione Ue ha fatto sapere: "Come sempre monitoriamo da vicino gli sviluppi nel settore bancario Ue, Italia inclusa", per questo "prendiamo nota della decisione della Bce, nella sua capacità di supervisore, di nominare un amministratore temporaneo per Carige", in quanto "si tratta di uno degli strumenti a disposizione" grazie all'Unione bancaria.

"Questi elementi troveranno una sintesi nel piano industriale la cui predisposizione è già in corso".

Altre Notizie