Lunedi, 21 Gennaio, 2019

I nostri figli, orfani dei femminicidi

I nostri figli I nostri figli
Deangelis Cassiopea | 09 Dicembre, 2018, 18:57

Roberto (Pasotti) e Anna Falco (Incontrada) vivono a Senigallia.

"Concordo. Non so se nella realtà riuscirei in questa impresa".

Che cosa vuol dire essere genitori?

Prenderà il via questa sera su Rai 1 la nuova fiction I Nostri Figli che vede tra i protagonisti Vanessa Incontrada e Giorgio Pasotti. Il tutto per evitare loro un futuro più nero e fatto di case famiglie ed altro dolore. Nel cast anche Francesco Emanuele Chinnici nei panni di Luca, Gabriele Provenzano è Giovanni; Francesco Tiburzi interpreta Diego; Rayen Hamzoui è Claudio; Elia Maugeri è Riccardo; Fabio Galli è Antonello; Annalisa Insardà è Lorenza Carbone; Jerry Mastrodomenico è Ialongo; Monica Dugo è Psicologa Sara; e Marzia Ubaldi è Giulia. Ma la fiction "I nostri figli" regia di Andrea Porporati (giovedì su Rai1 in prima serata) parte dall'assassinio e punta su ciò che accade dopo ai tre figli della donna che potrebbero perdersi tra istituti vari e che invece si salvano e restano insieme grazie alla coppia che li adotta. "Non è una cosa che puoi pensare prima", dice Paola Giulianelli pensando a quell'istinto che l'ha portata a scegliere di adottare i tre bambini. Come sindaco mi sono commosso nel vedere la bellezza della nostra città fare da sfondo alla storia, con le bellissime immagini della Rotonda, della spiaggia, dei portici ercolani, del Foro Annonario ammirate da quasi cinque milioni e mezzo di italiani.

I Nostri Figli ci riporta infatti al terribile delitto di Marianna Manduca, madre di tre figli che verrà uccisa nel 2007 per mano del marito Saverio Nolfo. L'aveva denunciato ben 12 volte.

I tre figli della vittima furono affidati alla famiglia di Carmelo Calì, un piccolo imprenditore edile, cugino della vittima, il cui ruolo con il nome di Roberto Falco, viene interpretato dall'attore Giorgio Pasotti, mentre quello di sua moglie, Anna, dall'attrice Vanessa Incontrada.

La fiction che, vicino al periodo natalizio, promuove il trionfo dei buoni sentimenti su tutte le difficoltà della vita è tratta da una storia purtroppo tragicamente vera.

Altre Notizie