Lunedi, 10 Dicembre, 2018

E' morto uno dei militari trovati dopo la collisione degli aerei americani

Matthias Platzeck Politico tedesco propone “riavvio” dei rapporti tra Europa e Russia Sputnik. Nikolai Jolkin
Evangelisti Maggiorino | 08 Dicembre, 2018, 10:41

L'incidente è avvenuto durante le prime ore di stamattina, secondo quanto riferito dal Ministero della difesa nipponico e dal comando statunitense dei marine. Le cause dell'incidente sono ancora da accertare.

A novembre, un aereo da caccia della marina statunitense della portaerei USS Ronald Reagan è precipitato al largo dell'isola giapponese di Okinawa.

Cinque marines statunitensi sono scomparsi dopo che due aerei del Corpo dei Marines si sono scontrati a mezz'aria e si sono schiantati in mare al largo della costa del Giappone giovedì, in quello che i funzionari statunitensi hanno detto che potrebbe essere stato un addestramento di rifornimento andato male. Come riferito dai principali quotidiani online in questi ultimi minuti, due mezzi militari dell'esercito USA sono entrati in collisione sui cieli del Giappone, precisamente a 100 chilometri di distanza da Capo Muroto, nella prefettura a sud di Kochi. Le operazioni di ricerca per i sei soldati dispersi sono ancora in corso. Le operazioni di soccorso sono in pieno svolgimento. Dei sei militare precipitati, due erano a bordo dell'Hornet FA-18, mentre gli altri quattro si trovavano sull'Hercules KC-130, tutti e due partiti dalla base aerea di stanza a Iwakuni, un "avamposto" che ospita uno squadrone di KC-130 molto attivo in tutto l'oceano Pacifico.

Sulla vicenda intanto è stata aperta un'inchiesta.

Altre Notizie