Giovedi, 13 Dicembre, 2018

Di Maio: 'Nessuna nuova tassa per le auto in circolazione'

Ecotassa sulle auto, stop di Salvini: ?Incentivi sì, nuove imposte no? Di Maio fa marcia indietro: "Nessuna tassa per le auto già in circolazione"
Esposti Saturniano | 08 Dicembre, 2018, 07:09

"Sono assolutamente contrario ad ogni forma di nuova tassa su un bene già ipertassato in Italia", avverte il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini.

"Pur condividendo il fatto che vada incentivato l'acquisto di auto elettriche, siamo però contrari ad un aggravio di costi per chi acquista auto di normale dotazione".

Ha chiarito, "c'è stato un dibattito mediatico, ma penso che la norma non sia stata letta in maniera approfondita". "Ce l'ha perché non ha soldi per comprarsi una macchina nuova". Dagli industriali ai sindacati, dal Pd a FdI e FI che con Simone Baldelli ha agitato un gilet giallo fuori da Montecitorio, la protesta è montata in modo incalzante, diffusa a tutti i settori più o meno limitrofi all'automotive, tanto da costringere il governo a fare marcia indietro, annunciando correzioni nella seconda lettura della legge di bilancio al Senato. A dividerli la possibilità di nuove tasse sui veicoli.

Infatti, "il piano nazionale infrastrutturale per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica deve divenire uno strumento dinamico in grado di intercettare e risolvere in tempi rapidi le problematiche relative ad eventuali carenze infrastrutturali, sia a livello nazionale che locale, per contribuire attivamente allo sviluppo della mobilità elettrica". Incentivando l'elettrico a scapito delle auto alimentate a benzina o diesel, molti meccanici auto, ad esempio, rischierebbero di veder crollare il proprio fatturato, visto che le auto elettriche presentano pochissime parti mobili. Abbiamo deciso di premiare chi decide di comprare un'auto nuova meno inquinante, dandogli un incentivo fino a 6000 euro. "Chi, invece ne comprerà una nuova alimentata con carburanti più inquinanti, dovrà pagare un'imposta che, anche in questo caso, sarà legata alle emissioni di CO2 del veicolo". Insomma, ha concluso, "cerchiamo di stimolare un nuovo mercato dell'automobile, sostenibile, fatto di motori che non inquinano ma anche di car sharing e car pooling". "Non colpisce né chi ha un'auto vecchia né chi acquista un'utilitaria di piccola cilindrata". Insieme troveremo la soluzione giusta per centrare due obiettivi: "proteggere noi e i nostri figli dall'inquinamento, senza pesare sul portafogli". Di Maio afferma di capire "le preoccupazioni di costruttori e dei cittadini che magari vorrebbero comprare un'auto ecologica, ma non se lo possono permettere".

Altre Notizie