Lunedi, 10 Dicembre, 2018

Fatturazione elettronica: niente differimento e rischio sanzioni immediate

Fattura elettronica 2019 codice destinatario Fatturazione elettronica: Intesa Confesercenti Genova-CompEd per la diffusione alle pmi di FattApp
Esposti Saturniano | 07 Dicembre, 2018, 10:27

Le fatture vengono emesse in formato XML (eXtensible Markup Language), linguaggio informatico che consente di definire e controllare il significato degli elementi che sono contenuti in un documento e verificare le informazioni al fine dei controlli previsti per legge.

I relatori hanno illustrato e commentato gli strumenti e le procedure necessarie ad affrontare la grande innovazione che attende tutti, imprese e liberi cittadini, a far data dal primo gennaio 2019.

Da più fronti era stato chiesto al Governo uno slittamento sulla tempistica di entrata in vigore di tale modo di fatturazione, ma come ripetuto dal Sottosegretario all'Economia non ci sarà nessun differimento della sua entrata in vigore, ma si stanno valutando delle soluzioni per chi non può trasmettere immediatamente. 21 (fattura ordinaria) ovvero art. 21-bis (fattura semplificata) del D.P.R. n. 633/1972.

Ma l'introduzione dell'obbligo di fatturazione elettronica tra privati non elimina del tutto l'uso delle fatture analogiche che continueranno a coesistere con la fattura elettronica in alcuni casi.

Fratelli d'Italia invita tutta la cittadinanza all'incontro in particolare i possessori di partite iva. 1, comma 916, della legge di Bilancio 2018 (legge 27 dicembre 2017 n. 205), per le fatture emesse a partire dal 1° gennaio 2019.

Per quanto riguarda invece l'obbligo di fatturazione elettronica e le operazioni in reverse charge per acquisti interni, l'invio al SdI sarà facoltativo.

Con la Risposta n. 96 pubblicata ieri l'Agenzia delle Entrate ha fornito un chiarimento al quesito posto da una società che svolge numerose attività via internet, quali la progettazione e realizzazione di un portale per gestire gli spostamenti e attività, turistiche, ricreative, ludiche, o sportive, la promozione e realizzazione di eventi e siti di natura turistica, culturale e/o ricreativa, e ancora la realizzazione di siti, applicazioni, portali, radio, tv, web tv, iptv, mobile tv, giornali, periodici.

È sufficiente inserire i dati che cambiano della fattura e FattApp pensa a tutto: spedizione della fattura elettronica all'Agenza delle Entrate che provvede al recapito al destinatario in conformità alle norme; archiviazione organizzata automatica; conservazione digitale nel rispetto di tutti i requisiti di legge.

La cosiddetta autofattura, contenente l'identificativo IVA dell'operatore che effettua l'integrazione sia nel campo del cedente/prestatore che in quello del cessionario/committente, può essere inviata al Sistema di Interscambio.

Sono infine territorialmente non rilevanti in Italia le prestazioni di servizi elettronici rese a privati consumatori residenti al di fuori dell'Unione europea.

Altre Notizie