Lunedi, 10 Dicembre, 2018

Genoa, Juric resta al suo posto. Perinetti: "Abbiamo riflettuto, non servono scossoni"

I giocatori del Genoa sotto il settore dei tifosi rossoblù alla fine di Torino Genoa I giocatori del Genoa sotto il settore dei tifosi rossoblù alla fine di Torino Genoa
Cacciopini Corbiniano | 07 Dicembre, 2018, 01:48

L'arrivo di Ivan Juric, subentrato all'esonerato Davide Ballardini, sembra infatti aver complicato le cose in casa Genoa: il croato che, alla guida dei liguri avrebbe maturato tre pareggi e altrettante sconfitte, non sarebbe ancora riuscito ad ottenere i tre punti. Sono stati discontinui, ma restano una squadra forte. Tre pareggi e quattro sconfitte il suo bottino stagionale finora con la partita contro la SPAL, in programma domenica 9 dicembre, che potrebbe essere già decisiva per decidere il suo futuro. Il Toro non è certamente la squadra più facile per interrompere il "digiuno" di vittorie genoano, come sottolineato dallo squalificato di turno: "Sono fisicamente devastanti e giocano molto su questa caratteristica".

"Ci abbiamo riflettuto e abbiamo ritenuto che non ci sia la necessità di dare scossoni. Ma io ho fiducia nella mia squadra e la partita con la Sampdoria dimostra che questo sentimento è reciproco perché i ragazzi sul campo hanno dimostrato di credere nel lavoro che abbiamo intrapreso assieme". I granata occupano il 9° posto in classifica con 18 punti a pari merito con Atalanta e Fiorentina, i rossoblù sono tredicesimi a quota 15 a pari merito con il Cagliari. Noi al pressing offensivo alterniamo, in alcuni momenti della partita, lo stare volutamente più bassi. Non abbiamo mai avuto dubbi su di lui. Si è sempre allenato bene e ha alzato il livello nelle ultime settimane. Speriamo che ci giri un po' di fortuna.

Altre Notizie