Lunedi, 10 Dicembre, 2018

Ticinonline - Arrestata la direttrice finanziaria di Huawei

Tra accuse di spionaggio e crescita veloce il mercato secondo Huawei Pier Giorgio Furkas general manager di Huawei in Italia
Esposti Saturniano | 06 Dicembre, 2018, 13:13

Lo rende noto il dipartimento di giustizia canadesi.

"Su richiesta della parte americana il Canada ha arrestato una cittadina cinese che non ha violato alcuna legge degli Stati Uniti o del Canada; la parte cinese stigmatizza fermamente queste azioni che violano gravemente i diritti umani", si afferma nel comunicato dell'Ambasciata.

Nel profilo dedicatole oggi dal quotidiano canadese The Globe and Mail, Meng viene ricordata per un'apparizione in un panel di discussione a fianco dell'ex governatore della Federal Reserve, Ben Bernanke, e per un discorso tenuto nel 2016 alla prestigiosa universià Tsinghua, nel quale aveva evidenziato le potenzialità del gruppo per i giovani talenti.

La Cina ha chiesto al Canada di liberare immediatamente la direttrice finanziaria e vicepresidente del consiglio di amministrazione della società Huawei Meng Wanzhou.

Negli Stati Uniti le attività di Huawei sono state limitate, già dallo scorso aprile, su volere del presidente Donald Trump, preoccupato dall'ascesa del colosso cinese e dal conseguente (potenziale) indebolimento dei concorrenti statunitensi.

Lo ha dichiarato oggi il portavoce del ministero degli Esteri cinese Geng Shuang. La manager 41enne, destinata a succedere al padre Ren Zhengfei, è stata arrestata su richiesta degli Usa, che intendono chiedere l'estradizione.

Huawei: "Siamo fiduciosi dell'imparzialità dell'autorità" - "Siamo convinti e fiduciosi che le autorità canadesi e statunitensi raggiungeranno senza dubbio una conclusione corretta e imparziale".

L'arresto di Meng Wanzhou, figlia del fondatore della società, è destinato probabilmente ad aumentare le tensioni tra Usa e Cina nel campo tecnologico, dopo la recente tregua sui dazi.

Altre Notizie