Lunedi, 10 Dicembre, 2018

Terremoto Nuova Caledonia, scossa di 7.5 gradi: evacuate coste per allarme tsunami

Nuova Caledonia scossa di terremoto di magnitudo 7.5 e allarme tsunami abitanti nei rifugi Abitanti in strada a Noumea dopo il terremoto
Evangelisti Maggiorino | 05 Dicembre, 2018, 12:38

Sono gli effetti del terremoto che alle 15:18 ora locale (le 5:18 di mercoledì mattina in Italia) ha colpito la Nuova Caledonia, nel Pacifico meridionale.

Una scossa di magnitudo 7.5, poi l'allarme tsunami e l'evacuazione della zona costiera, con gli abitanti invitati ad allontanarsi e a raggiungere luoghi sopraelevati.

Secondo i dati dello Us Geological Survey, il nuovo sisma ha colpito alle 7.43 del mattino, ora italiana, a 192 chilometri a est-sud-est della città di Tadine, sulle isole della Lealtà, in Nuova Caledonia, con epicentro a dieci chilometri di profondità.

Secondo quanto riportato da Sky News, la Protezione civile della Nuova Caledonia ha invitato la popolazione locale a lasciare la costa e a ritirarsi ad almeno trecento metri dalla riva. Le autorità neozelandesi hanno emesso un allerta simile dopo il terremoto, misurato a 10 chilometri di profondità e a circa 155 km dalle Loyalty Islands.

In seguito alla violenta scossa è stato diramato un allarme tsunami ed è stata evacuata una parte del litorale fino a 300 metri dalla costa. Numerose le scosse di assestamento anche piuttosto forti.

La Nuova Caledonia sorge all'interno di quella che viene definita la "cintura di fuoco" nell'Oceano Pacifico, un'area in cui forti terremoti sono frequenti.

Altre Notizie