Lunedi, 10 Dicembre, 2018

Volley, Trento campione del mondo: battuta Civitanova in una finale tricolore

Volley, Mondiale Club: Trento in finale. Sfiderà Civitanova nel derby italiano Civitanova-Trento, finale del Mondiale per club di pallavolo maschile, in streaming e in diretta TV
Cacciopini Corbiniano | 05 Dicembre, 2018, 10:57

E' la quinta volta che la Trentino Volley alza la coppa del Mondiale per Club: una finale iridata tutta italiana che ha visto la Diatecx affrontare, a Czestochowa in Polonia, la Cucine Lube Civitanova.

Diretta in maniera magistrale da Giannelli in regia (che ha fatto attaccare i suoi col 70% di squadra, subendo un solo muro!), la Trentino Diatecx ha sciolto la tensione a partire dal secondo set diventando sempre più protagonista in campo e mettendo all'angolo i russi, travolti dall'onda d'urto a rete di Kovacevic (best scorer assieme a Udrys con 18 punti), Vettori (16 col 74%) e Russell (14 realizzazioni col 72%). Nella seconda semifinale, invece, Trentino Diatecx ha battuto il Fakel Novy Urengoy sempre con il risultato di 3-1 (22-25, 25-14, 25-16, 25-19).

Il primo set è avvincente, dal muro di Bruno. L'avvio dei gialloblù è molto efficace; grazie alla rotazione al servizio dell'ex Candellaro, Trento scappa sul 5-2, vantaggio che poi conferma sull'8-5 grazie ad un errore a rete di Juantorena. Vantaggio che la Lube gestisce fino al 16-11, poi il Resovia inserendo Redwitz in regia per Shoji e tenta il tutto per tutto forzando al servizio e un paio di errori biancorossi riportano l'Asseco fino al -1 (20-19): gli uomini di Medei tengono in nervi saldi in cambio palla e chiudono con Sokolov 25-23. Qualche errore di troppo al servizio consente al Resovia di recuperare, Rossard firma la parità a 21.

NOTE: 3409 spettatori. Lube: 16 battute sbagliate, 10 aces, 9 muri vincenti, 47% in ricezione (4% perfette); 61% in attacco.

La Trentino Diatecx si è assicurata questa opportunità imponendo con autorità la propria legge rispetto agli avversari.

E festeggia ancora quest'ultima, formata da un sestetto in grado di far tremare chiunque, con Candellaro, Giannelli, Vettori, Lisinac, Grebenikov, Van Garderer e Kovacic.

"Ci tenevamo a rendere merito alla nostra Società, che aveva voluto fortemente la partecipazione a questa manifestazione e ci siamo riusciti centrando la qualificazione ad una finale che è un grande traguardo e che offre prestigio anche alla nostra SuperLega", - ha dichiarato l'allenatore della Trentino Diatecx Angelo Lorenzetti al termine della semifinale. Vettori ferma Leal (13-16), Medei tenta il doppio cambio inserendo D'Hulst e Cantagalli per Bruno e Sokolov sul turno al servizio proprio di Leal, Simon si esalta in attacco e stoppa anche a muro Kovacevic e Vettori riportando avanti la Lube (17-16). N.e. Marchisio (L), Diamantini, Sander. All. N.e. Cavuto, Daldello, De Angelis e Codarin. All.

DURATA SET: 27', 29', 30', 29'; tot.

Altre Notizie