Lunedi, 10 Dicembre, 2018

Spelacchio a Roma, ha qualche ramo piegato

Spelacchio o Spezzacchio? Polemica infinita sull’albero di Natale di Roma Spelacchio a Roma, ha qualche ramo piegato
Evangelisti Maggiorino | 05 Dicembre, 2018, 09:42

Sarà un modo per recuperare sobrietà dopo l'abito a forma di toga con cui Virginia Raggi ha attraversato il tappeto rosso dell'apertura stagionale del Teatro dell'Opera, ma anche quest'anno l'albero di Natale di Roma non si è fatto notare per la sua bellezza.

L'albero, alto più di 20 metri, sarà addobbato con 60 mila luci led a basso consumo energetico e 500 sfere colorate e che richiameranno i personaggi delle serie di Netflix.

Poteva essere l'occasione per il Campidoglio di riscattare la brutta figura fatta un anno fa con l'albero ribattezzato a furor di social Spelacchio, ma, niente, anche l'albero di Natale 2018-2019 passerà alle cronache per essere finito nella burla dei social, anche prima dell'inaugurazione ufficiale, l'8 dicembre, diventando su Twitter e simili, semplicemente Spezzacchio. Ad aggiudicarsi la sponsorizzazione tecnica per la realizzazione del tradizionale albero di Natale è stata IGPDecaux. Gli alberi non sono cose, e si può addobbare la città come si deve anche chiedendo allo sponsor di destinare la metà dei 376mila euro impegnati a sostituire le alberature distrutte dalla bufera del 29 ottobre o al ripristino delle disastrate aree giochi delle nostre ville e giardini. "I rami di questa specie sono robusti, con un diametro importante laddove il ramo si unisce al tronco". L'operazione, quindi, per l'Amministrazione comunale è a costo zero.

Igp Decaux spiega che alcuni rami dell'albero di Natale non sono spezzati ma sono stati sezionati da esperti del settore, secondo una tecnica studiata ad hoc, eseguita in sede di taglio, per mantenere le caratteristiche specifiche dell'abete e consentire un trasporto eccezionale sicuro che rispettasse le misure imposte per legge.

"Nessun ramo - precisano - è stato spezzato durante il trasporto".

Altre Notizie