Sabato, 16 Novembre, 2019

Roma, settimana decisiva per Di Francesco: decisive Real Madrid e Inter

Crisi Roma, Di Francesco a rischio esonero: anche Monchi pronto a dimettersi | calcionapoli24.it Roma, insidia Real Madrid anche sul mercato: occhi su Manolas
Cacciopini Corbiniano | 26 Novembre, 2018, 19:57

Come riporta Il Messaggero, sarà un argomento di cui parlerà ai diretti interessati, in queste ore che precedono il match contro il Real Madrid. "Quanto è importante questa gara per il mio futuro?" Di me non parlo perché ho sempre sentito grande fiducia da parte della società. Il risultato di domani è importante prima di tutto per arrivare primi nel girone, ci dobbiamo credere e ci dobbiamo provare. Nel 2011 - a questo punto del campionato - Luis Enrique aveva 17 punti ma con una partita in meno, quella dell'esordio con il Bologna per lo sciopero calciatori (vinta al Dall'Ara dai giallorossi prima di Natale). Lo stesso Ünder si è presentato in campo con sufficienza. Difficile avvenga subito, visto che al tecnico liberarsi dai Blues prima di gennaio costerebbe una ventina di milioni, ma il periodo del mercato invernale è molto vicino. Loro in crisi? Penso possano dire la stessa cosa di noi, hanno problemi in campionato ma in Champions stanno facendo il loro percorso. "Il fatto di aver perso questa partita mi dà un fastidio enorme.". Uno dei nomi che circola in queste ore è quello di Paulo Sousa, che però non è graditissimo alla piazza giallorossa, mentre molti tifosi giallorossi, specie sulle emittenti che si occupano di Roma, hanno invocato l'arrivo di Antonio Conte. Essere arrabbiati è un loro diritto. Il nostro obiettivo? I club che ambiscono a essere grandi non si pongono obiettivi.

Aleksandar Kolarov, terzino della Roma, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara interna contro il Real Madrid, facendo anche un riferimento alla lotta per un piazzamento utile per qualificarsi in Champions League: "La Champions è una competizione particolare ma è una coincidenza che stiamo facendo meglio in quella manifestazione". Posso fare il tifo e basta.

" Oggi farà l'ultimo test ma se dovesse essere a posto sarà della partita". Sono discorsi che fanno tutti gli allenatori e non solo un allenatore.

Le statistiche dicono che entrate tanto in area ma non segnate: come si può intervenire lei in questo?

Kolarov poi torna sulla sconfitta col Real Madrid subita a settembre al Bernabeu. Dobbiamo dare il massimo per la maglia che si indossa. Siamo a quattro punti, il campionato è lungo ma dobbiamo vincere qualche partita per avvicinarci. Nello scarso agonismo in campo potrebbero aver influito negativamente anche le cessioni di Kevin Strootman e Radja Naingollan, due giocatori noti per la loro personalità, ma va detto che anche l'anno scorso la Roma incappò in diverse partite deludenti, soprattutto in campionato.

Altre Notizie