Mercoledì, 24 Luglio, 2019

Manovra, Di Maio: "Quota 100 e reddito di cittadinanza non si toccano"

Pensioni e reddito di cittadinanza il governo cerca di ritardare le sanzioni Ue Reddito di cittadinanza, in Calabria andrebbe a 144mila famiglie
Esposti Saturniano | 25 Novembre, 2018, 10:38

"Ho già dato mandato di stampare le prime cinque o sei milioni di tessere elettroniche", dice. Ogni italiano che avrà diritto al reddito sarà affiancato da un tutor che gli proporrà non solo un lavoro, ma anche una formazione costante per il tipo di occupazione proposta.

"Poi è chiaro" ha proseguito il vicepremier "che dall'incontro con Juncker e dei prossimi del ministro Tria ci aspettiamo tanto, abbiamo piena fiducia nelle istituzioni europee", ha poi affermato Di Maio, "auspichiamo che capiscano che le nostre misure servono a far ripartire il Paese, a ridurre il gap tra Nord e Sud e, soprattutto, ad aiutare le persone che oggi, essendo in difficoltà, non fanno crescere la domanda interna". L'annuncio è arrivato dal vicepremier Luigi Di Maio nel corso della trasmissione Piazza Pulita di Corrado Formigli e ha dato ufficialmente il via alla fase uno del reddito di cittadinanza, quella relativa alla produzione dell'armamentario tecnico necessario per non arrivare impreparati all'ipotetico via (mai così in forse dopo il rapporto Svimez che ha certificato che i soldi stanziati per il reddito di cittadinanza bastano a malapena per il Sud). "Tre - ha detto Di Maio - ma se vediamo che non c'è volontà di formarsi e di entrare nel programma di formazione, allora il reddito non sarà elargito".

Secondo Di Maio, soltanto chi accetterà di svolgere la formazione e nel frattempo di prestare otto ore di lavoro settimanali per la pubblica utilità nel proprio comune, potrà usufruire del reddito di cittadinanza.

Tridico ha confermato l'importo del reddito, fino a 780 al mese per un single e la soglia Isee a 9.360 euro che terrà conto sia del capitale immobiliare, oltre la prima casa, fino a un massimo di 30mila euro, sia del capitale mobiliare entro i 10mila euro per famiglie con più figli. Ma il reddito di cittadinanza è già diventato di legge e non ce ne siamo accorti? Considera che per le famiglie con due componenti si parta dal valore medio di 1.092 euro (applicando la scala di equivalenza nell'ipotesi semplificatrice che i nuclei siano composti per il 50% da due adulti e per il 50% da un adulto ed un minore) e che il 50% dei nuclei familiari abbia la casa di proprietà, per cui al 50% dei nuclei va l'intero sussidio all'altro 50% il sussidio meno l'affitto figurativo di 280 euro.

"Una volta ammessi al sussidio si riceverebbe la differenza tra il reddito che si ha e quello che si deve avere secondo il reddito di cittadinanza". Ad aprire uno spiraglio alla possibilità è stato ieri il consigliere economico di Luigi Di Maio, Pasquale Tridico che in un'intervista al Sole24ore ha fornito qualche elemento in più su una delle misure chiave del governo gialloverde. Sulla base di quale atto legislativo?

Altre Notizie