Giovedi, 20 Giugno, 2019

"L'amica geniale" di Elena Ferrante alla prova della tv

Lila e Lenù arrivano in tv con la serie-evento “L’amica geniale” Parte "L'Amica Geniale": la trama della prima puntata
Deangelis Cassiopea | 24 Novembre, 2018, 00:10

La serie tv basata sul romanzo di Elena Ferrante ha debuttato durante la 75esima Mostra del Cinema di Venezia dove sono stati proiettati i primi due episodi. Ambientata in una Napoli pericolosa e affascinante, inizia così la loro storia che copre oltre sessant'anni di vita e che tenta di raccontare il mistero di Lila, l'amica geniale di Elena, la sua migliore amica, la sua peggiore nemica.

Un progetto che nasce cinque anni fa, come ha specificato alla stampa Domenico Procacci di Fandango.

La serie mescola in sé politica e sentimento, temi che Costanzo ha apprezzato particolarmente. Fremantle è il distributore internazionale in collaborazione con Rai Com. Paolo Sorrentino e Jennifer Schuur sono i produttori esecutivi. Un racconto dell'Italia interessante per il mondo, ma anche una novità, visto il punto di vista artistico femminile. "Un'opera di internazionalizzazione su cui RAI sta puntando molto, perfettamente in linea con il servizio pubblico vista l'emanicipazione femminile attraverso l'educazione che viene raccontata dalla Ferrante". Un tentativo che sembra riuscito, a giudicare dai primi tre episodi che abbiamo avuto modo di vedere, per diminuire finalmente l'enorme gap fra la serialità delle tv termatiche e quella della RAI, e "portare il pubblico generalista in un territorio più alto e di linguaggio nuovo". "Ed è stata lei stessa a guidare il team creativo, soddisfatta della scelta di Francesco Piccolo per la sceneggiatura".

"Ho cercato di prediligere il racconto assecondandone svolte e movimenti dei personaggi - spiega Saverio Costanzo". Poi questa paura l'ho vinta e ha prevalso il privilegio. "Sospetto che desiderasse una trasposizione anche più infedele". Non è automatico che uno scrittore sappia scrivere per il cinema, qualità che le appartiene; dice di andare spesso in sala. "È stato un carteggio molto ottocentesco, in cui siamo dati sempre del lei".

In maniera del tutto virale, le storie raccontante dalla Ferrante hanno un successo incredibile non solo in Italia ma anche all'estero, tanto che anche l'ex first lady americana, Hillary Clinton, ha riferito di essere una fan dell'autrice. "Io in verità un'idea me la sono fatta". Ogni narratore, quindi anche noi registi, sogna il rapporto molto fisico che la Ferrante è riuscita a instaurare con i suoi lettori. "Mi spiace, sono maschio e lo sono profondamente, però la cosa non impedisce di emozionarmi con la stessa libertà di una donna". Le bravissime interpreti della ribelle Lila Cerullo sono Elisa Del Genio, da bambina, e Margherita Mazzucco da adolescente. Erano contente ed emozionate, e fra qualche giorno saranno conosciuti da milioni di italiani.

Dunque, un evento imperdibile quello della fiction L'amica geniale in onda a partire dal 27 novembre su Rai Uno!

Altre Notizie