Martedì, 15 Ottobre, 2019

Dolce & Gabbana chiedono scusa ai cinesi con un video: "Duibuqi"

Chiara Ferragni vs Dolce e Gabbana Fonte @instagram
Evangelisti Maggiorino | 23 Novembre, 2018, 20:42

La storia, dall'inizioTutto è iniziato lunedì, a causa di una campagna pubblicitaria studiata per promuovere un'importante sfilata che si sarebbe dovuta tenere oggi a Shanghai, ma che i due stilisti del marchio - o forse l'ufficio per gli affari culturali della città, il punto non è ancora chiaro - hanno preferito annullare e rimandare a data da destinarsi.

In un video sul social network cinese Weibo, Domenico Dolce e Stefano Gabbana fanno mea culpa dopo i fatti che hanno portato alla cancellazione della loro sfilata a Shanghai. Nei tre video incriminati si vede una modella cinese assaggiare per la prima volta un pezzo di pizza, un piatto di spaghetti e infine un cannolo, usando le bacchette (con le ovvie difficoltà del caso), il tutto arricchito da diversi stereotipi con cui il mondo occidentale guarda alla Cina, come musiche tradizionali e decorazioni. Non è servito a nulla dichiarare che l'account è stato hackerato per calmare i cittadini della seconda potenza economica mondiale. Secondo media cinesi alcuni grandi siti di e-commerce online avrebbero cominciato il boicottaggio della firma italiana. "Vogliamo anche chiedere scusa a tutti i cinesi nel mondo, perchè ce ne sono molti, e prendiamo molto seriamente questa scusa e questo messaggio", ha proseguito Gabbana. Le nostre famiglie ci hanno sempre insegnato a rispettare le varie culture di tutto il mondo e per questo volgiamo chiedervi scusa se abbiamo commesso degli errori nell'interpretare la vostra cultura.

Di seguito il video incriminato in un servizio di Euronews e il tweet di scuse in cui i due stilisti esprimono rammarico per quello che è successo. Faremo tesoro di questa esperienza e sicuramente non succederà mai più, anzi, proveremo a fare di meglio e rispetteremo la cultura cinese in tutto e per tutto. "Per questo ci scusiamo se abbiamo sbagliato nel nostro modo di esprimerci", continua Dolce. Va inoltre ricordato che la Cina per Dolce & Gabbana rappresenta un terzo del fatturato, ch quest'anno ha raggiunto la cifra record per un'azienda privata di 1,3 miliardi di euro.

Altre Notizie