Sabato, 20 Luglio, 2019

Formula 1, Verstappen punito dopo lo scontro con Ocon

Verstappen e Ocon convocati dai commissari sportivi dopo il tentativo di rissa Follia Verstappen, aggredisce e insulta il rivale: "E' un idiota"
Cacciopini Corbiniano | 14 Novembre, 2018, 17:43

Verstappen dà l'anima per raggiungere Hamilton, che però si difende bene. Un gesto che trova conferma dal video della FIA, che di fatto, non ha preso provvedimenti di gara, ma ha punito Verstappen con due settimane di lavori socialmente utili.

Nonostante le ultime gare che hanno colpito emotivamente Ricciardo in negativo - i continui problemi tecnici che l'hanno costretto al ritiro dalla gara - il suo umore era del tutto positivo fino a poco prima dello spegnersi dei semafori. Il pilota della Red Bull ha deliziato gli spettatori presenti al circuito e da casa con una gara veloce e di consistenza, grazie anche ad una splendida performance della sua monoposto.

Bella e adrenalina la gara del Brasile, piena di sorpassi e sorprese. Il colombiano superò papà Verstappen, ma quest'ultimo lo tamponò in pieno distruggendo la propria vettura e quella del pilota sudamericano. Ma l'episodio ha avuto strascichi pesanti a fine gara. Insomma a quanto pare il Brasile non sembra sorridere molto alla famiglia di Max, solo che quella volta a vestire i panni del cattivo ci pensò papà Jos. La Ferrari infatti è l'unica squadra di vertice che si qualifica con le gomme Soft, nel tentativo di allungare il primo stint di gara. Un talento messo duramente alla prova dal lungo salto Gp3-F1 e poco dopo dal passaggio in famiglia Toro Rosso-Red Bull, e scarsamente incanalato da un team che ne ha protetto oltremisura errori e smargiassate anche a discapito di Ricciardo.

Alla vigilia di questo weekend, si prevedeva un'altra gara in salita per Daniel Ricciardo. Nello stesso momento le due Ferrari si avvicinavano a Bottas, con un Vettel privo del ritmo necessario per sopravanzare la Mercedes e un Raikkonen invece in ottima forma.

Questa la versione di Szafnauer, ma mai come in questa occasione Verstappen ha avuto tutti dalla sua parte. A pensar male qualche volta ci si prende: che questo incidente possa essere un "regalo" alla Mercedes affinchè lo tengano in buona considerazione per il futuro? Sì perché il terzo posto di Kimi Raikkonen (altra grande gara del finnico) ha il sapore del brodino e non può nascondere la prestazione sottotono del tedesco Sebastian Vettel, condizionata anche dal problema al sensore ravvisato già nel giro di ricognizione.

"Sono contento della mia gara, sono contento di tutti gli sforzi del Team ma sono ancora un po' deluso per aver mancato il podio. Per giunta doppiato, mi ha buttato fuori".

Chi è tranquillissimo è ovviamente Hamilton, raggiante per il titolo costruttori vinto dalla Mercedes: "Meglio di così non potevamo fare, abbiamo faticato tantissimo". Rimane un'ultima gara, il 25 novembre ad Abu Dhabi, per chiudere una stagione vissuta tra luci e ombre per la Ferrari e prepararsi ad un 2019 con alcune novità, tra cui i motori Honda sulle Red Bull: sarà la scelta giusta per le lattine energetiche?

Altre Notizie