Giovedi, 13 Dicembre, 2018

Atlantia, niente dividendo dopo il crollo del Ponte Morandi

Atlantia utile primi nove mesi giù a-15% pesa effetto Genova Atlantia, i conti dei primi 9 mesi del 2018
Esposti Saturniano | 12 Novembre, 2018, 09:25

E a erodere i guadagni è proprio l'accantonamento di circa 350 milioni, come stima preliminare degli oneri per il crollo del viadotto Polcevera. Lo comunica il consiglio di amministrazione.

"Si ritiene doveroso evidenziare potenziali rischi - aggiunge la nota - derivanti dalla contestazione di presunto grave inadempimento agli obblighi convenzionali pervenuta ad Autostrade per l'Italia dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a seguito del crollo" del Ponte Morandi a Genova e dall'eventuale attivazione dei procedimenti" di decadimento della convenzione.

L'utile del periodo di pertinenza del gruppo è stato pari a 733 milioni di euro, in riduzione del 15% per l'effetto dell'appostamento di circa 350 milioni di euro quale stima preliminare degli oneri direttamente collegati al crollo di una sezione del Viadotto Polcevera a Genova.

In particolare, i ricavi netti da pedaggio ammontano a 2.800 milioni di euro, in aumento di 63 milioni di euro rispetto ai primi nove mesi 2017.

I ricavi operativi al 30 settembre segnano un rialzo di 2 punti percentuali a 4.625 milioni, un dato sostanzialmente in linea con le stime degli analisti, mentre l'Ebitda è risultato maggiore delle stime attestandosi a 2.913 milioni di euro, +3% rispetto a un anno prima (stime a 2.888 milioni).

L'iniziativa di Autostrade per l'Italia relativa all'esenzione del pedaggio sull'area genovese ha originato un minor introito netto stimabile in circa 2 milioni di euro. I cda di Atlantia e Autostrade hanno quindi deciso di non procedere alla distribuzione dell'acconto sul dividendo per il 2018 abitualmente messo in pagamento a novembre. "L'indebitamento finanziario netto consolidato a fine 2018 risentirà degli effetti del perfezionamento, avvenuto lo scorso 29 ottobre, sia dell'acquisizione e del consolidamento del gruppo Abertis, che dell'investimento in Hochtief", prosegue la nota di Atlantia. Bene anche il traffico del sistema aeroportuale romano (Adr) (+3,6%) e dell'aeroporto di Nizza (+4,2%).

Altre Notizie