Mercoledì, 19 Giugno, 2019

Salvini: "Solidale con i giornalisti, ma non con chi ha pregiudizi"

Salvini e il tema del piccolo Tancredi che finisce sui social Padova. Bimbo di nove anni scrive un tema su Salvini. Il ministro: mi dai tanta forza
Evangelisti Maggiorino | 11 Novembre, 2018, 22:01

L'episodio raccontato da Tancredi sarabbe successo il 30 agosto scorso alla festa della Lega di Conselve, paese di circa 10mila abitanti a Sud di Padova, quando il ministro dell'Interno, prima di salire sul palco per il comizio, si era fermato per più di un'ora con il pubblico presente firmando autografi e mettendosi in posa per i selfie.

Il titolo del tema scritto dal bambino è "Un incontro emozionante" e il testo è incentrato su una recente visita di Salvini a Padova. "Un giorno - si legge nel tema datato 8 novembre diffuso dal vicepremier - ho incontrato la persona che ho sempre voluto incontrare". Il mio idolo. Davanti a me c'era Salvini. Allora mi sono messo in fila ad aspettare di fare la foto. "Non ci potevo credere". Il vicepremier ha ricordato che l'Eicma "e' una delle fiere piu' belle del mondo: non abbiamo nulla da invidiare a francesi e tedeschi".

"Piuttosto che preoccuparsi del Decreto Salvini, il Polo Civico pensi a risolvere i problemi della Città di Caltanissetta, che amministra da oltre 4 anni con esito fallimentare" - così il Responsabile provinciale della Lega, Oscar Aiello, replica al Polo Civico che dice "no" al Decreto Salvini ed ha chiesto al Sindaco Ruvolo e al Consiglio Comunale di aderire formalmente alla Carta di Palermo."Sul tema immigrazione e sicurezza la Lega non accetta lezioni del genere" - dichiara Oscar Aiello, che aggiunge: "Per noi della Lega l'unica differenza esistente è tra persona onesta e persona disonesta, indipendentemente dalla nazionalità o dal colore della pelle". E non sono mancate le battute.

Come tutti sanno, "arbitro" il presidente Conte, al timone del Governo ci sono i vincitori delle ultime elezioni, Salvini e Di Maio, i quali, però, hanno ben poco in comune tra loro se non la ferrea volontà di rinnovare il Paese anche senza le relative coperture finanziare. "E i bimbi non mentono mai!".

Altre Notizie