Martedì, 20 Novembre, 2018

Tariffe bagagli: procedimento contro Ryanair e Wizz Air

Bagagli, Antitrust bacchetta Ryanair La geniale soluzione di questo ragazzo per evitare di pagare il bagaglio a mano Ryanair
Esposti Saturniano | 11 Novembre, 2018, 00:54

Dopo la valanga di critiche e la decisione dell'autorità Garante della Concorrenza e del Mercato di sanzionare le compagnie Ryanair e Wizzard per la nuova norma che impone un supplemento di pagamento per i bagagli a mano, nuove nuvole in vista per le due low cost. La miccia innescata dal comunicato emesso dall'Authority lo scorso 19 ottobre - che include anche la medesima misura introdotta da Wizz Air - non tende a spegnersi.

Per questo l'Autorità ha deliberato l'avvio di due procedimenti di inottemperanza ai provvedimenti cautelari emessi il 31 ottobre 2018.

Molto probabilmente, i due vettori dovranno pagare una multa quantificata secondo l'articolo 27, comma 12, del Codice del Consumo. "Circa il 50% della clientela continua a trasportare due trolley a mano gratuitamente scegliendo il nostro servizio di Imbarco Prioritari".

"Ora ci vogliono sanzioni esemplari - sottolinea Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori -".

Le delibere delle Autorità valgono per tutti e devono essere applicate nei tempi e nei modi indicati da quest'ultime, un concetto che due compagnie aeree sembrano non voler comprendere. "Se i due vettori non daranno seguito alla richieste dei passeggeri, sarà inevitabile - annuncia il Codacons - ricorrere alle aule di giustizia. Già a partire da oggi sul sito www.codacons.it sarà disponibile il modulo attraverso il quale tutti i viaggiatori che hanno pagato il supplemento per il trasporto del bagaglio a mano grande (trolley) possono diffidare Ryanair e Wizz Air a restituire gli importi versati, alla luce della decisione dell'Antitrust".

Ha qualcosa da dire su Ryanair anche Federconsumatori, che giudica quello del vettore a basso costo irlandese un "atteggiamento che, con un sottile eufemismo, si potrebbe definire poco collaborativo. Urge anche una modifica legislativa, che innalzi il potere sanzionatorio delle Authority". In questi giorni abbiamo ricevuto numerose segnalazioni da parte di utenti che, al momento di effettuare la prenotazione, hanno riscontrato il mancato aggiornamento della policy.

Altre Notizie