Lunedi, 19 Novembre, 2018

Mercato Milan, Ibrahimovic e Pato doppio colpo per Gattuso?

Milan-Suso la grande novità sul suo futuro. Ibrahimovic confessa che Ibrahimovic parla del suo ritorno al Milan: «Non vado via in prestito»
Cacciopini Corbiniano | 09 Novembre, 2018, 02:08

Zlatan Ibrahimovic non voleva assolutamente lasciare il Milan per trasferirsi al PSG in quella famosa estate del 2012.

Magari a gennaio torneranno insieme, visto che i rumours che parlano di un ritorno di Ibrahimovic al Milan non si sono mai fermati, ma quando fu il momento di dire addio per Zlatan fu una sorpresa ed un dolore. La conferma è arrivata dalle parole del diretto interessato, che nel corso di una intervista al giornale Aftonbladet ha voluto raccontare alcuni aneddoti contenuti nel suo secondo libro dal titolo 'Io il calcio' . Sì, perché non c'è solo lo svedese nella testa di Leonardo e Maldini, ma anche il brasiliano che ha una grande voglia di tornare a vestire rossonero. Qualche settimana dopo mi trovavo nella mia casa di Vaxholm in Svezia, stavo rientrando da un giro sullo Jetski quando trovo sul mio telefonino 5 chiamate non risposte provenienti da Mino Raiola. 'Ok' ho risposto. 'Leonardo ti chiamerà'. Leonardo? Quale Leonardo? Poi ho immediatamente realizzato, mi ha parlato di Leonardo, il ds del Psg. Ma Mino ho risposto: "'Sì, lo so, ma sei già stato venduto'". "Ibra vuole vincere e noi vogliamo vincere con lui, speriamo di poter arrivare a un accordo che vada bene a entrambi", ha fatto sapere Chris Klein, presidente dei Galaxy. Quando parlai con Mino quell'estate, gli dissi che volevo renderla difficile al Psg.

L'ESCAMOTAGE FALLITO - Ibra però racconta di essersi infuriato e di aver fatto di tutto per far saltare il trasferimento: "Quando ho riparlato con Mino gli ho detto di rendere tutto diffcile al Psg". Volevo mantenere lo stipendio che avevo al Milan, aspettandomi che loro dicessero: 'Amico stai esagerando, chiedi troppo'. Non c'era modo di tornare indietro e ho risposto: "Ok, prepara tutto".

Altre Notizie