Lunedi, 19 Novembre, 2018

Federer non abdica e Fognini si inchina al re

Marco Cecchinato Marco Cecchinato
Cacciopini Corbiniano | 03 Novembre, 2018, 23:40

Come già dicevamo in occasione dei giorni precedenti, nel torneo Atp Parigi-Bercy 2018 Fognini è stato palesemente sfortunato nel sorteggio: al terzo turno, cioè gli ottavi di finale, rischia infatti di sfidare quel Roger Federer che arriva dal successo di Basilea, e che ovviamente anche qui parte come uno dei grandi favoriti per un titolo che ha vinto una sola volta nel corso della carriera. Raonic ha accusato un problema al gomito destro.

Continua il cammino, nella kermesse, di Karen Khachanov, che ieri ha beneficiato del ritiro dell' australiano Matthew Ebden, esordi positivi per Novak Djokovic, numero 2 del seeding e per Marin Cilic, che hanno sconfitto rispettivamente, il portoghese Joao Sousa ed il tedesco Philipp Kohlschreiber, vince anche il bosniaco Damir Dzumhur, che ha piegato, in due parziali, il greco Stefanos Tsitsipas. Chi vince può affrontare Nishikori ai quarti di finale.

Al posto di Nadal è entrato in tabellone come lucky loser il tunisino Malek Jaziri, numero 55 del ranking mondiale, che affronta lo spagnolo Fernando Verdasco, numero 27 Atp.

Quello tra Milos Raonic e Roger Federer era il match più atteso della giornata di oggi a Parigi Bercy, se non altro per la curiosità di rivedere all'opera lo svizzero a tre anni di distanza dalla sua ultima apparizione nella capitale francese, Roland Garros compreso.

Altre Notizie