Martedì, 20 Novembre, 2018

Trovate ossa, sono di Emanuela Orlandi? Si indaga

Emanuela Orlandi, la Procura di Roma indaga sul ritrovamento di ossa in un edificio del Vaticano Emanuela Orlandi: accertamenti del Vaticano su alcune ossa. Burke: “Bisogna capire sesso ed età prima…
Evangelisti Maggiorino | 31 Ottobre, 2018, 08:58

La Santa Sede ha diramato un comunicato in cui spiega che i "frammenti ossei umani" sono stati "rinvenuti durante alcuni lavori di ristrutturazione di un locale annesso alla Nunziatura". Allo stato attuale non e' ancora certo a che epoca risalgano i resti e se riguardino una sola persona. In passato si sarebbero verificati altri ritrovamenti di questo tipo.

Il procuratore di Roma Pignatone ha delegato la polizia scientifica e la squadra mobile della questura di Roma di svolgere tutti gli accertamenti necessari - in particolare quelli del Dna, ma anche comparazioni riguardanti in modo specifico il cranio e i denti - per stabilire "età, sesso e data della morte". "È un sacrosanto diritto avere verità e giustizia, non ci rinunceremo mai", aveva detto in occasione dell'ultimo anniversario della scomparsa, il fratello Pietro che, dopo la chiusura delle indagini da parte della Procura di Roma, è tornato a chiedere giustizia direttamente al Tribunale Vaticano. E infatti da alcuni mesi la denuncia di scomparsa è di nuovo sui tavoli della Gendarmeria e del Promotore di Giustizia.

LA COLLABORAZIONE DEL VATICANO - Giovanni Paolo II intervenne otto volte in meno di un anno con appelli pubblici per la liberazione della ragazza, figlia di un commesso della Casa Pontificia.

Il caso di Emanuela Orlandi si potrebbe riaprire. Ma furono le due famiglie a supporre per prime che le due sparizioni fossero collegate, tanto che la famiglia Orlandi assunse come proprio portavoce e legale lo stesso avvocato. A maggio del 1983 era già scomparsa un'altra ragazza romana, Mirella Gregori, coetanea di Emanuela, figlia dei titolari di un bar di via Volturno, studentessa. Anzi due. Quello di Emanuela Orlandi e quello di Mirella Gregori. Mirella scomparve dopo aver detto alla madre che "aveva un appuntamento" presso il monumento al bersagliere di Porta Pia con un vecchio compagno di classe, che peraltro quel pomeriggio era impegnato altrove. Da quel momento, non si è più avuta alcuna notizia certa delle sorti della ragazza, che oggi avrebbe cinquant'anni. Il presunto rapimento finisce infatti per intrecciarsi anche con l'attentato contro Wojtyla. Le presunte rivelazioni di Sabrina Minardi, la 'donna' di Renatino De Pedis, rilancia la pista della Banda della Magliana: Emanuela sarebbe stata uccisa dopo essere stata tenuta prigioniera nei sotterranei di un palazzo vicino all'Ospedale San Camillo.

Nel 2016 la nuova archiviazione dell'inchiesta da parte della Procura di Roma, confermata dalla Cassazione. Nulla di fatto neanche dopo le analisi svolte sulle ossa rinvenute nella cripta di Sant'Apollinare, a Roma, nella quale era stato seppellito De Pedis. E si rivolge alla magistratura vaticana.

Altre Notizie