Martedì, 20 Novembre, 2018

Cameo richiama gelatina in fogli Paneangeli: possibile Salmonella

Attualit Rischio salmonella, ritirato lotto di gelatina in fogli «Paneangeli»
Esposti Saturniano | 28 Ottobre, 2018, 20:46

Salmonella, ritirato lotto Gelatina in fogli Paneangeli: rischio contaminazione microbiologica.

La Cameo ha ritirato, a titolo precauzionale, la Gelatina in fogli Paneangeli, lotto 24052/3, con scadenza 05.06.2021, dal mercato, per sospetta contaminazione microbiologica da salmonella. Il prodotto coinvolto è venduto in confezioni da 12 grammi, con il numero di lotto 24052/3 con il termine minimo di conservazione 05/06/2021. L'avviso di richiamo è stato diffuso anche da Auchan, Bennet, Cadoro, Carrefour, Coop, Simply Tirreno e Unicoop.

La gelatina è stata prodotta per Cameo Spa da Ewald-Gelatine GmbHm nello stabilimento di Meddersheimer Straße 50, D-55566, a Bad Sobernheim, in Germania.

L'azienda, di conseguenza, ha inviato i clienti che hanno comprato confezioni di gelatina Paneangeli con data di scadenza fissata al 5 giugno 2021, a riportarle presso i punti vendita in cui è stato effettuato l'acquisto.

L'allarme comunque riguarda soltanto questo prodotto, tutti gli altri a marchio Paneangeli non sono a rischio contaminazione, e l'azienda ha sottolineato: "Non sono mai stati riscontrati problemi di salute legati al consumo della Gelatina Paneangeli, sul mercato da oltre 30 anni, e nello specifico sul lotto in questione in vendita da luglio 2018". Panenangeli ha assicurato che "la qualità e la sicurezza dei prodotti rappresentano per noi la massima priorità".

Per ulteriori informazioni, è possibile contattare il servizio consumatori Paneangeli al numero verde 800 211291, disponibile dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30, e il sabato dalle 9.00 alle 13.00, oppure cliccando qui. La gravità dei sintomi varia da semplici disturbi (febbre, dolore addominale, nausea, vomito e diarrea) fino a forme cliniche più gravi (batteriemie o infezioni a carico di polmoni e meningi) che si verificano soprattutto in soggetti fragili (anziani, bambini e soggetti con deficit a carico del sistema immunitario).

Altre Notizie