Lunedi, 19 Novembre, 2018

S&P conferma il rating Italia, ma taglia outlook da stabile a negativo

Standard & Poor taglia outlook Italia a negativo Manovra, Di Maio: «Nessuna paura di S&P. Draghi avvelena il clima»
Esposti Saturniano | 27 Ottobre, 2018, 07:22

L'agenzia lascia, quindi, invariati i rating sul debito pubblico italiano a 'BBB' (a lungo termine) e 'A-2' (a breve termine).

Secondo S&P le impostazioni di politica economica e fiscale del governo italiano stanno pesando sulle prospettive di crescita economica del paese e sono un driver negativo per la traiettoria del debito pubblico-PIL. Standard & Poor's ha rivisto anche al ribasso le stime di crescita per l'Italia all'1,1% per quest'anno e il prossimo. Dal governo italiano il primo commento è del vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini: "E' un film già visto - dice - Le agenzie di rating non si sono accorte della crisi mondiale? In Italia non saltano né banche né imprese".

Standard & Poor's conferma il rating dell'Italia a 'BBB' ma rivede al ribasso l'outlook a negativo da stabile. "Andiamo avanti! Il cambiamento sta arrivando".

L'agenzia di rating sottolinea tra l'altro che "la nuova coalizione di governo ha preso misure che riteniamo aumentino sostanzialmente l'incertezza politica" perché i piani del governo hanno portato a un "confronto" con le istituzioni interne ed europee, ma sottolinea di non attendersi che il governo metterà in dubbio l'appartenenza italiana all'area euro. Per contro S&P prevede che il deficit italiano si attesterà nel 2019 a circa il 2,7 per cento del Pil contro il 2,4 del governo.

- PENSIONI: "Data l'ampiezza del cambiamento demografico in corso in Italia" le misure del governo per capovolgere parzialmente la Fornero se "attuate in pieno invertiranno i guadagni" realizzati con la riforma e "minacceranno la sostenibilita' di lungo termine dei conti pubblici". "Un ulteriore aumento del rendimento dei crediti bancari nei confronti dello stato potrebbe ridurre la capacità delle banche di finanziare l'economia italiana e indurle a deviare le risorse dal settore privato, in particolare le PMI", sottolinea S&P.

La decisione tuttavia risulta meno grave di quanto si sarebbe potuto temere: diversi osservatori non escludevano che l'agenzia avrebbe proceduto immediatamente a un declassamento di rating. In parallelo Fitch ha confermato il rating AA sull Regno Unito, cambiando la prospettiva in negativo. In mezzo alla scala c'è una linea di confine, quella dell'investment grade, sotto cui l'investimento viene giudicato altamente speculativo, e dove per policy la maggior parte dei fondi non speculativi non può investire.

Altre Notizie