Venerdì, 14 Agosto, 2020

Scende lo spread. Bene le borse europee. Rally in Cina

Scende lo spread. Bene le borse europee. Rally in Cina Scende lo spread. Bene le borse europee. Rally in Cina
Esposti Saturniano | 25 Ottobre, 2018, 16:10

Tria fa sapere che il Nadef non cambia. Nessun punto fisso, pertanto, e la borsa italiana seppur in territorio positivo rallenta gli acquisti. A metà mattinata, lo spread era scecso sotto i 300 punti. Giova ricordare che i paesi aderenti alla Unione Europe devono dimostrare una solida finanza pubblica e soddisfare due criteri: il loro disavanzo di bilancio non deve superare il 3% del prodotto interno lordo (Pil) e il debito pubblico non deve superare il 60% del Pil, parametri che al momento la manovra del Governo Conte non sembra rispettare a giudizio dell'Europa.

Ieri il Tesoro ha annunciato che nell'asta di Ctz e BtpEi in agenda per venerdì verranno offerti 2,5-3 miliardi del nuovo Ctz novembre 2020 e 0,5-1 miliardi del Btpei maggio 2028. Il titolo guadagna un +6,55% a 14,35 euro in scia alla cessione di Magneti Marelli a Calsonic Kansei, società del settore automotive nata in Giappone. Fra gli istituti di credito da segnalare le perdite del Banco Bpm, che ha lasciato sul terreno il 4,76%, e di Ubi (-4,14%); le vendite hanno spinto in pesante rosso anche Intesa Sanpaolo, Unicredit e Bper. Soffrono Mediaset (-2,12%), Tim (-1,47%) e Saipem (-2,05%). L'indice Ftse Mib sale dell'l'1,8%, distanziando gli altri listini, variabili tra la parità di Londra e il +1% di Parigi. In netto calo anche oggi il petrolio, che continua a seguire l'andamento dell'azionario Usa e risente delle preoccupazioni del rallentamento dell'economia: il Brent cala dello 0,68% a 75,65 dollari al barile mentre il Wti scende dello 0,69% a 66,36 dollari al barile.

Seguici su Facebook o iscriviti al nostro canale Telegram!

Altre Notizie