Giovedi, 13 Dicembre, 2018

Serve un donatore per salvare Alessandro Maria, sabato mobilitazione a Napoli

Bimbo di un anno e mezzo cerca donatore compatibile di midollo osseo Alessandro ha bisogno del tuo midollo osseo per non morire. Subito!
Machelli Zaccheo | 24 Ottobre, 2018, 19:11

Chiede aiuto per il piccolo di casa, Alessandro Maria, un anno e mezzo.

Alla corsa contro il tempo di Alessandro Maria e dei suoi genitori si può partecipare anche da Milano: il 24 e il 25 ottobre dalle 9.30 alle 16.30 in piazza Sraffa c'è l'Admo che ha in corso una campagna #seipropriotu.

Le possibilità di trovare un donatore compatibile con il midollo di Alessandro Maria sono bassissime e sul web è scattata un'ondata di solidarietà per sostenere la causa del piccolo. Ha un anno e mezzo ma è in pericolo di vita. Pensa, ho iniziato a far disperare i miei genitori fin da subito visto che sono nato alla settimana n. 30 e, sebbene i dottori mi avessero già dato per spacciato, ho combattuto come un ariete (il mio segno zodiacale) contro una serie infinita di complicazioni per essere ancora qua.

Quando le cose stavano finalmente andando un po' meglio ed ero felice nel trascorrere la mia prima vacanza al mare con mamma e papà, purtroppo ho iniziato a star male di nuovo. Alessandro è affetto da una linfoistiocitosi emofagocitica, comunemente conosciuta come Hlh, una malattia genetica rarissima che colpisce solo lo 0.002% dei bambini, e che non lascia speranze di vita senza trapianto di midollo osseo con un donatore compatibile in tempi rapidissimi, che fino ad ora i medici non sono riusciti a trovare. Ma il bambino è figlio unico, i genitori hanno cercato sia sul registro mondiale del midollo osseo, sia in quello dei cordoni ombelicali. Quel che invece si sa purtroppo, è che il 50% dei bambini affetti da questa patologia muore entro il primo mese dalla diagnosi, mentre nei restanti circa un terzo presenta delle problematiche spesso permanenti al sistema neurologico-cerebrale. In Inghilterra, dove il piccolo vive insieme ai genitori, stanno somministrando al bimbo un farmaco sperimentale, ma urge trovare il donatore di midollo al più presto. Il prelievo di saliva o sangue per la tipizzazione si può fare in qualsiasi centro ospedaliero in Italia, fermo restando, anche in caso di iscrizione, il diritto di ritirarsi in un secondo momento.

"Vi prego aiutatemi ho bisogno di voi per continuare a vivere, il mio domani dipende da un vostra scelta d'amore oggi". In diverse piazze da sud a nord d'Italia sarà possibile lasciare i propri campioni salivari per avere le speranze che si trovi il giusto donatore.

Altre Notizie