Mercoledì, 14 Novembre, 2018

Salvini: spread? Non faremo fine della Grecia, governo va avanti

Pensioni Salvini punta a quota 41 Pensioni Salvini punta a quota 41
Esposti Saturniano | 12 Ottobre, 2018, 17:00

Lo dice Matteo Salvini, ministro dell'Interno, nell'incontro con Marine Le Pen.

Lo spread ha superato la soglia psicologica dei 300 punti. L'Italia non salta, il Governo va avanti, se qualcuno continua a speculare sull'Italia, sbaglia a farlo.

Il Governo gialloverde, adesso, sta valutando la possibilità di detassare i contribuenti che investono in titoli di Stato italiani. L'idea che i cittadini comprino i titoli del Tesoro al posto degli investitori stranieri, spaventati dal rialzo dello spread e dall'instabilità politica, rappresenta una sorta di piano di emergenza per il governo. "Nessuno pensi che faremo la fine della Grecia, assolutamente no", ha concluso. "Dietro lo spread c'è una manovra finanziaria di speculatori, alla vecchia maniera, che puntano al crollo di un paese per comprarsi aziende sane, e c'è ne sono tante in Italia".

La proposta per frenare lo spread raccoglie pareri favorevoli anche dal Cir.

Sul def intanto "indietro non si torna".

Commento positivo anche da parte del presidente dell'Adepp (Associazione degli Enti pensionistici privati), Alberto Oliveti.

"Quella che Salvini chiama 'economia virtuale', contestando la rilevanza dell'aumento dello spread, è invece la realtà della vita di milioni di risparmiatori, pensionati e piccole imprese, a cui le banche saranno costrette a ridurre e rendere più costosi i prestiti e a cui lo Stato dovrà chiedere di pagare più tasse per finanziare il maggiore costo degli interessi". "Potremmo valutare il potenziamento di questa modalità d'investimento".

Altre Notizie