Martedì, 13 Novembre, 2018

Reddito di cittadinanza, spunta l’ipotesi del mini-sussidio

Reddito di cittadinanza si parte da metà anno con 300€. I vincoli di Tria Reddito di cittadinanza mini: perché sarebbe un fallimento
Esposti Saturniano | 12 Ottobre, 2018, 10:25

Una rottura presto rientrata, ma che testimonia di un rapporto non certo idilliaco in vista delle prossime scadenze economiche. "Non capisco - ha sottolineato il vicepremier - perché si è voluta creare una polemica tra me, il M5s e Tria, quando il nostro unico pensiero è quello di approvare una legge di bilancio coraggiosa, ma che tenga i conti in ordine".

"Sicuramente reddito di cittadinanza, flat tax e Fornero fanno parte del Dna di questo governo, non parlarne significherebbe tradire il mandato degli elettori". Già, ogni proclama del Mef è cauto, ponderato, felpato, guarda ai numeri più che alle intemerate dei due vice Premier, guarda all'Europa e meno alla sovranità, guarda al deficit - forse - anche più della frustata al cavallo della crescita. Gli esponenti del Governo Lega-M5S vorrebbero trovare le giuste condizioni per arrivare ad una prima riduzione delle aliquote, sempre valutando le possibilità che il bilancio offre in questo senso, procedendo in maniera graduale e senza compromettere le finanze dello Stato. "Tutto il governo - ha concluso - ha la volontà di dare pieno sostegno a Tria per ottenere i risultati prefissati". Così facendo, assicura, "si possono incassare più di 20 miliardi di euro".

(Teleborsa) - Non c'è alcun fondamento sulle notizie che parlano di dimissioni del Ministro Giovanni Tria, emerse negli ultimi giorni, a causa delle presunte pressioni del Movimento 5 Stelle su alcune politiche del governo. "E' per quelli che hanno fatto la dichiarazione dei redditi, per chi è in contenzioso con Equitalia, ha specifica il titolare del Viminale a 'Porta a Porta'".

Roma, 11 set. (askanews) - Il reddito di cittadinanza "aiuta la crescita se disegnato bene". Il Rei insomma "attua misure tradizionali allo scopo di garantire un livello minimo di sussistenza nel caso i singoli individui non dispongano di fonti alternative di reddito: tale misura agisce come una sorta di protezione contro il rischio di non lavorare e si configura sostanzialmente come misura redistributiva per combattere esclusivamente la povertà di reddito". "Ma ci sono limiti di spesa". "Bisogna vedere le compatibilità di bilancio ma sono molto favorevole a partire in modo molto graduale".

Altre Notizie