Sabato, 20 Ottobre, 2018

Salvini-Tria, nessun caos flat tax: "Taglio medio di 1,7 miliardi anno"

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE
Esposti Saturniano | 12 Ottobre, 2018, 03:56

Nel 2019 le partite Iva che fatturano fino a 65 mila euro, alle quali sarà applicata la flat tax del 15%, beneficeranno (rispetto a quest'anno) solo del mancato pagamento dell'Iva e dei contributi, che vengono inglobati nell'imposta forfettaria, con uno sgravio di 600 milioni di euro. Salvini in mattinata ribatte lesto a Tria: per 'la tassa piatta', tanto cara alla destra, ci sono 1,7 miliardi di euro. E sulla flat tax smentisce il ministro dell'Economia Giovanni Tria: "Non sono 600 milioni di euro, sono di più, un miliardo e 700 milioni".

Recuperata la crescita, interverremo per il pareggio; la manovra, sostiene ancora il mite Tria, forte dei suoi numeri, è coerente anche con l'obiettivo della discesa del debito. "Nel triennio abbasseremo le tasse con una media annuale stimabile in 1,7 miliardi", conclude la nota.

Nel frattempo crescono i roumors sulle cifre per la flat tax, tanto che nel pomeriggio arriva una nota congiunta a firma di entrambi, viceministro e ministro dell'Economia: sulla flat tax diciamo la stessa cosa, sostengono in sostanza Salvini e Tria.

L'anno prossimo prende il via la prima fase della flat tax e per Tria le risorse che il governo destinerà alla misura di stimolo saranno pari a 600 milioni nel 2019, per poi salire a 1 miliardo e 800 milioni nel 2020 e a 2 miliardi e 300 milioni l'anno successivo. Non abbiamo paura di niente e di nessuno": "così il Ministro dell'Interno Matteo Salvini a margine della cerimonia per i 40 anni del nucleo operativo centrale di sicurezza della Polizia di Stato (Nocs) a Spinaceto.

Altre Notizie