Giovedi, 13 Dicembre, 2018

PREZIOSI, Ballardini scarso, curriculum parla per lui

Davide Ballardini allenatore del Genoa Davide Ballardini allenatore del Genoa
Cacciopini Corbiniano | 10 Ottobre, 2018, 21:59

"Non vedo stravolgimenti del mio carattere".

Le prossime gare: "La vita è bella per tutte le sfide che puoi avere". "E' più triste quando non lavori". Solo alla Sambenedettese ha finito la stagione. Non mi pongo questi obiettivi. "Voglio essere sereno e fare il meglio possibile".

Con quanta voglia di rivincita ritorna, un anno dopo l'esonero dello scorso anno? Adesso è venuto il momento di farli. Con due attaccanti e con tante mezz'ali che ho a disposizione. "Da parte mia c'è grande serenità, in questo senso". Sono arrivati molti giocatori dinamici, Criscito è tornato e Lazovic a sinistra ha fatto bene. Spero che continui così, si riparte da lui. Il resto rimane come prima.

Anche Kouamè e Piatek quando li ho presi mi hanno criticato. "E' successo tutto così in fretta".

C'è qualche errore nella seconda esperienza?

L'anno scorso avete giocato grandi partite contro Juve e Fiorentina per esempio. Poi sta agli altri giudicare e pensare che sia una scelta scellerata o intempestiva.

"Non è la classifica che mi preoccupava".

Poi che a questa squadra manchi qualcosina lo capisco. "Secondo me è più fresca in attacco".

Dopo 30 anni di calcio credetemi che pazzo non sono. Ma non è questo il problema: guardo la squadra in campo e dico che non mi ha dato mai motivo di soddisfazione.

Sandro sarà il cardine? Dei due, mi sembra chiaro chi è lo scarso. Non lancio messaggi ai tifosi: servono i punti. "Non faccio messaggi. Bisogna fare punti". Ora abbiamo giocatori importanti e prendiamo gol a valanghe.

Altre Notizie