Venerdì, 19 Ottobre, 2018

Papa: "Abortire è come affittare un sicario, non è un atto civile"

Papa Francesco Papa Francesco +CLICCA PER INGRANDIRE
Evangelisti Maggiorino | 10 Ottobre, 2018, 16:22

"La violenza e il rifiuto della vita nascono in fondo dalla paura". "In ogni bambino malato, in ogni anziano debole, in ogni migrante disperato, in ogni vita fragile e minacciata, Cristo ci sta cercando", ha detto Francesco, che, all'approssimarsi del 40esimo anniversario dell'elezione di Giovanni Paolo II, con i pellegrini giunti da Cracovia ha ricordato la figura del suo predecessore che "ha introdotto la Chiesa nel nuovo millennio". "Invece spesso ricevono frettolosi consigli di interrompere la gravidanza", ha continuato il Pontefice, difendendo il diritto alla vita del feto e promuovendo una maggiore attenzione e vicinanza alle famiglie che si trovano ad affrontare simili situazioni.

Il tema della vita e della mancanza di umanità nel "far fuori" un problema come un nascituro è stato al centro dell'Udienza Generale: si è partito dalla discussione dedicata al quinto dei 10 Comandamenti, "non uccidere" e si è affrontato il nodo centralissimo di "Dio amante della vita".

Attacco durissimo di papa Francesco sul tema dell'aborto, questa mattina durante l'udienza in Piazza San Pietro del mercoledì. Ma come può essere terapeutico, civile, o semplicemente umano un atto che sopprime la vita innocente e inerme nel suo sbocciare? Greg Burke ha informato i giornalisti presenti che il pontefice era caduto facendo ritorno a Casa Santa Marta: "nel tornare a Santa Marta è inciampato ed è caduto", quindi per evitare che tale informazione generasse false notizie e per tranquillizzare tutti ha aggiunto: "Si è rialzato, tranquilli, sta bene". "Io vi domando: è giusto fare fuori una vita umana per risolvere un problema?".

"Interrompere una gravidanza è come fare fuori uno". Questi sono parametri errati per valutare la vita. E' giusto affittare un sicario per risolvere un problema? Per Bergoglio, infine, "dobbiamo dire agli uomini e alle donne del mondo: non disprezzate la vita!"

"Tutto il male nel mondo si riassume in questo: il disprezzo per la vita", sottolinea il papa. "Il suo insegnamento, il suo esempio di santità e la sua intercessione, guidino e proteggano il nostro cammino quotidiano, a volte difficile, sulle strade del Signore".

Altre Notizie