Giovedi, 13 Dicembre, 2018

L'uragano Michael devasta l'America centrale: 13 morti

Keystone Keystone
Evangelisti Maggiorino | 10 Ottobre, 2018, 10:34

Dopo aver seminato morte e distruzione in America centrale con 13 vittime ufficiali a causa di piogge torrenziali e inondazioni, il fenomeno meteorologico ora minaccia la Florida e l'Alabama che hanno dichiarato lo stato d'emergenza. È previsto che colpisca la costa del Golfo della Florida come un uragano di categoria 4, con onde fino a quattro metri. Nelle prossime ore diventerà un "Major Hurricane", ovvero raggiungerà la categoria 3 sulla scala Saffir-Simpson e presenterà venti medi attorno ai 200 km/h (raffiche oltre i 250 km/h). Con queste premesse anche la Florida si sta preparando al peggio, per la giornata di domani. Rick Scott, il governatore della Florida, ha allertato la guardia nazionale mettendo a disposizione 4000 persone per far fronte all'emergenza uragano.

Le autorità hanno ordinato l'evacuazione di almeno sedici contee lungo una linea di costa di circa 320 km nelle zone della Florida nordoccidentale (Panhandle e Big Bend), ma l'allarme riguarda anche alcune zone dell'Alabama e della Georgia. 'Ogni famiglia deve essere preparata. I forti venti che soffieranno sui terreni impregnati d'acqua potranno sradicare diversi alberi con facilità, mentre pali della luce potranno subire grossi danni provocando black out. La parte ovest dell'isola è stata la più colpita dalla tempesta tropicale, che si è poi spostata verso la costa meridionale. Possiamo ricostruire la tua casa, ma non possiamo ricostruirti la vita', ha detto il governatore.

Ieri Michael è passato su Cuba, dove l'allerta è stata massima.

Altre Notizie