Venerdì, 19 Ottobre, 2018

Savona: "Lo scontro con l'Ue può portare alla crisi finanziaria"

La linea dura italiana mi piace ma non l’egoismo e l’aggressivit Savona: «La Ue mantiene il pilota automatico anche se andiamo contro un iceberg»
Esposti Saturniano | 09 Ottobre, 2018, 18:39

Il ministro agli affari europei è intervenuto nelle scorse ore nel corso di un incontro con la stampa estera.

Poi, Savona si è scagliato contro l'Ue. Parlando dei vincoli europei, Savona ha precisato che è "come se una nave che sa di andare contro un iceberg continuasse comunque ad azionare il pilota automatico".

Nel dettaglio, il ministro per gli Affari europei difende la scelta del governo di alzare al 2,4% del Pil l'asticella del deficit 2019. "Cosa dobbiamo fare con una politica monetaria che inizia a diventare cautelativa e con il rallentamento della crescita internazionale?" Ma - ormai è storia - il presidente della Repubblica Mattarella era contrario. Per l'Italia la parola chiave in economia nel futuro prossimo, secondo Savona, dovrà essere crescita in sostituzione di quella imperante fino a questo momento, ovvero austerità: "Il programma di governo, dal punto di vista della logica economica e della necessità pratica, è moderato e con tutte le cautele necessarie".

"I mercati si sono comportati moderatamente, la prova dei mercati l'abbiamo superata", ha detto Savona parlando della reazione alla Manovra.

Poi l'economista lancia l'avvertimento: se l'Ue dovesse bocciare il programma economico del governo sarà "il popolo" a decidere. "Io non lo so, deciderà il popolo non io, io mi metto da parte", afferma Savona. Ha spiegato Savona: "Cosa succederebbe se l'Unione europea si mettesse in una posizione conflittuale verso questo programma del governo cosi' cauto e moderato? Alcune provocazioni, con un certo stile sono piuttosto pesanti".

Quanto ai rischi dell'impatto della fine del quantitative easing per l'Italia, il ministro Savona dice di non aver "perso fiducia". Nessuno può dire che questa nostra nota di aggiornamento al Def metta in dubbio la stabilità finanziaria dell'Italia e dell'Europa, siamo abbastanza forti per reggerla.

Altre Notizie