Lunedi, 10 Dicembre, 2018

Di Maio: ‘Ue e media vogliono far cadere il governo’

Manovra, Di Maio: questa Ue è finita. Nessun piano B sul Def Di Maio: tra 6 mesi questa Europa è finita, sarà un terremoto
Esposti Saturniano | 09 Ottobre, 2018, 17:30

Non c'è nessun piano B sulla manovra di bilancio, e il Governo non intende fare alcun passo indietro sulle misure annunciate (dal superamento della Fornero alla flat tax e al reddito di cittadinanza) nonostante il fuoco di sbarramento arrivato da Bruxelles. A ribadirlo è il vicepremier Luigi Di Maio, a margine di una visita al "Villaggio Coldiretti", dopo la lettera arrivata dai commissari Moscovici e Dombrovskis nella quale "bocciano" i conti pubblici italiani.

Ieri il vicepremier Luigi Di Maio ha lanciato pesanti accuse contro Bruxelles e contro i media mainstream, che finora hanno osteggiato in tutti i modi il governo Lega-M5S: "Il sistema mediatico e il sistema europeo ormai hanno deciso che questo governo deve cadere il prima possibile, ma più fanno così e più ci compattano". Questa è l'Europa con cui si può dialogare, quella che ascolta e condivide le esperienze. "Si vedrà con le elezioni europee e questo ci aiuterà". "Ho sempre detto che noi, come governo, non vogliamo uscire né dall'euro né dall'Ue", ha affermato.

Manovra per "ripagare il popolo italiano di tanti torti subiti" Quanto al pressing subito avviato dai vertici Ue, Di Maio chiarisce di non voler "alzare i toni" perché "diciamolo chiaro, questa Europa è finita", e sopravviverà ancora "pochi mesi". "Siamo due forze politiche molto diverse che si sono messe insieme con un contratto di governo, ma stanno riuscendo nel miracolo di compattarci con questi attacchi continui perché dobbiamo difenderci e dobbiamo reagire, ma soprattutto dobbiamo difendere l'Italia". "Questo è il nostro obiettivo".

Juncker: Italia in situazione difficile, rispetti i patti Nel duello a distanza tra Commissione Ue e governo giallo verde torna a dire la sua anche il presidente dell'esecutivo europeo, Jean-Claude Juncker. Intervistato dal quotidiano viennese Der Standard Juncker spiega di non aver mai "paragonato l'Italia alla Grecia", ma certamente "l'Italia si trova in una situazione difficile".

Altre Notizie