Sabato, 15 Dicembre, 2018

Rapporto IPCC 1.5°C: agire subito o nel 2040 clima fuori controllo

Clima, allarme degli esperti Gli impatti dei cambiamenti climatici saranno peggiori del previsto
Evangelisti Maggiorino | 09 Ottobre, 2018, 16:14

Il nuovo rapporto conta novantuno autori e revisori provenienti da 40 paesi che hanno redatto il rapporto IPCC in risposta ad un invito avanzato dalla Convenzione Quadro per i Cambiamenti Climatici (United Nations Framework Convention on Climate Change, UNFCCC) nel 2015 quando fu adottato il Trattato di Parigi.

La relazione speciale sul riscaldamento globale di 1,5 ° C è stata approvata dall'IPCC sabato a Incheon, in Corea.

La probabilità di un Oceano Artico senza ghiaccio marino in estate si verificherebbe una volta ogni secolo con un riscaldamento globale di 1,5° C. Invece, con un aumento delle temperature di 2°C avrebbe luogo ogni decennio.

"Uno dei messaggi chiave che emerge con forza da questo rapporto è che stiamo già vedendo le conseguenze di 1° C del riscaldamento globale attraverso condizioni meteorologiche più estreme, l'innalzamento del livello del mare e la diminuzione del ghiaccio marino artico, tra gli altri", ha detto Panmao Zhai, co-presidente del gruppo di lavoro IPCC I.

Quattro percorsi possibili per mantenere il riscaldamento globale entro 1,5 gradi dai livelli pre-industriali, l'obiettivo più ambizioso dell'Accordo di Parigi sul clima. Parlando di livello del mare, con un aumento di 1,5 gradi si registrerebbero 10 centimetri in meno rispetto all'aumento di 2 gradi. Il secondo punta su una elevata sostenibilità di tutti i settori produttivi, con un limitato uso dello stoccaggio di carbonio (che ad oggi è fattibile tecnicamente, ma non ancora sostenibile economicamente).

Incheon Corea del Sud i delegati festeggiano l'approvazione del riassunto per i decisori dello SR 1.5 IPCC
Incheon Corea del Sud i delegati festeggiano l'approvazione del riassunto per i decisori dello SR 1.5 IPCC

La buona notizia è che alcune azioni necessarie a limitare il riscaldamento globale a 1,5 ° C sono già in corso in tutto il mondo, ma dovrebbero accelerare.

Il terzo percorso riguarda soprattutto il settore dell'energia e quello dell'industria, con una maggiore attenzione alla sostenibilità e un ricorso significativo al "carbon storage". La questione che le nazioni dovranno discutere approfonditamente durante la Conferenza sui Cambiamenti Climatici sarà quali strategie mettere concretamente in atto per cercare di rispettare questa soglia, alla quale di anno in anno il nostro pianeta si va sempre più drasticamente avvicinando.

Cosa cambierebbe, in termini concreti, se si superasse il grado e mezzo Celsius, magari arrivando anche alla soglia dei due gradi teorizzata dall'economista di Yale, William Nordhaus, appena insignito del Premio Nobel?

Il passo principale è la riduzione delle emissioni inquinanti.

E' stato reso pubblico il documento dell'IPCC per poter limitare a +1.5°C l'aumento delle temperature rispetto all'età pre-industriale: sono 4 le strade possibili per combattere il global warming. Ma cosa contiene il report dell'IPCC? Il report sostiene che per riuscire a limitare l'incremento entro 1.5 gradi bisogna intervenire rapidamente e su larga scala: le nostre emissioni di CO2 dovrebbero diminuire del 45% entro il 2030 e del 100% entro il 2050. A suo avviso, l'accordo di Parigi non basta a salvare il pianeta.

Altre Notizie