Lunedi, 14 Ottobre, 2019

Spread poco sotto i 300 punti all'avvio

Spread a 295 punti in avvio, male Piazza Affari dopo timori Ue su manovra Italia Spread in rialzo, Borsa giù
Evangelisti Maggiorino | 09 Ottobre, 2018, 10:41

La corsa del rendimento dei buoni italiani è arrivata fino al 3,60% (3,56% alle 13,00), un livello che non veniva toccato dal febbraio 2014, ben prima che la Banca centrale europea lanciasse il programma di acquisto dei titoli di Stato che ha fatto crollare ovunque i rendimenti nell'Eurozona.

Francoforte cala dell'1,36% a 11.947 punti e Parigi dell'1,1% a 5.300 punti. Il differenziale di rendimento tra il Btp decennale italiano e il bund tedesco dopo una fiammata oltre quota 300 punti base in apertura si colloca intorno a 293 con il rendimento del titolo tricolore al 3,5%. Il comparto banche ha perso il 3,71%, con Banco Bpm che ha ceduto il 6,5%, Ubi il 4,9%, Fineco il 4,8%, Unicredit il 3,5% e Intesa il 3,2%.

Debole anche l'euro che scambia a 1,147 sul dollaro. In asta di volatilità anche Mediobanca (-4,7%).

"Preoccupati mai! Responsabili sì, ma indietro non si torna".

Le piazze del Vecchio Continente hanno chiuso in calo, condizionate anche dall'andamento negativo di Wall Street, che si avvia verso la terza seduta negativa di fila a causa di tensioni commerciali, di preoccupazioni di un aumento dei rendimenti dei Treasury e dello scontro tra Ue e Italia sulla manovra finanziaria. Hanno partecipato al dibattito il Ministro degli Interni e leader della Lega Matteo Salvini e la leader del Rassemblement Naional francese Marine Le Pen.

Altre Notizie