Sabato, 15 Dicembre, 2018

Lo spread non si ferma e supera i 300 punti base

Lo spread vola oltre i 300 punti base Spread sotto 300, euro tocca 1,1505 dlr
Esposti Saturniano | 08 Ottobre, 2018, 13:57

Nel 2011 Silvio Berlusconi fu "costretto" a lasciare il Governo dinnanzi allo spauracchio Default, alimentato da numeri da record: lo spread BTp-Bund aveva raggiunto in quei giorni la quota record di 576, con numeri da record anche per i BoT a 6 mesi (collocati dal Tesoro con un rendimento del 6,4%) e per i BTp (al 7,47%). "Non vorrei che dopo aver superato la crisi greca, ricadessimo nella stessa crisi con l'Italia", ha detto Juncker.

L'euro scivola a 1,15 dollari, perdendo lo 0,4% e segnando la quinta consecutiva seduta negativa e portandosi sui minimi da fine agosto. L'agenzia riporta una dichiarazione di Borghi a Radio Anch'io: "sono più che convinto che l'Italia, con una sua moneta, sarebbe in grado di risolvere i suoi problemi". Il governo su questo "è compatto" ha poi concluso Di Maio. Il differenziale di rendimento tra Btp e Bund si è spinto negli ultimi minuti fino a 300 punti base, con un balzo di 20 punti base rispetto ai livelli di chiusura di ieri.

In avvio il Banco Bpm è andato subito in asta con un calo del 5%, per poi rientrare e limitare le perdite a -3,71%. Sempre in calo di circa un punto percentuale Moncler e Luxottica mentre dopo i crolli recenti prosegue il tentativo di recupero di Astaldi, che sale dell'11% a quota 0,45. Saipem migliore performance di metà mattinata a 0,67%.

Altre Notizie