Venerdì, 19 Ottobre, 2018

Referendum in Romania: prima giornata di voto sul matrimonio

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE
Evangelisti Maggiorino | 07 Ottobre, 2018, 22:06

In Romania resta bassa l'affluenza alle urne nel referendum contro le nozze gay. I volantini a favore della modifica della Costituzione, ha raccontato Politico, sono stati fatti circolare nelle panetterie e sui trasporti pubblici, forse anche in violazione delle regole elettorali. I promotori del referendum, volevano modificare il testo mettendo 'unione spontanea fra uomo e donna' rendendo praticamente impossibile il riconoscimento delle unioni fra persone dello stesso sesso anche sul lungo termine.

Il referendum stato approvato nelle scorse settimane dal Senato romeno, e successivamente la Corte costituzionale ha dato il suo via libera. Ha ben accolto l'emendamento anti-nozze gay, il governo della premier socialdemocratica Viorila Dancila. Il referendum è stato appoggiato dalla Chiesa ortodossa - in Romania i cristiani ortodossi sono oltre l'80 per cento della popolazione - e dalla Coalizione per la Famiglia, organizzazione che include più di 40 gruppi religiosi e conservatori.

La domanda alla quale gli elettori dovranno rispondere (barrando la casella del sì o del no) è la medesima: "Siete d'accordo con la legge di revisione della Costituzione della Romania nella forma adottata dal Parlamento?".

Altre Notizie