Venerdì, 19 Ottobre, 2018

Migranti, Salvini: "No ai charter dalla Germania, chiudiamo gli aeroporti"

Salvini risposta alla Germania Migranti, lo stop di Salvini alla Germania: 'Chiudiamo anche gli aeroporti'
Evangelisti Maggiorino | 07 Ottobre, 2018, 18:54

"Chiudiamo gli aeroporti come abbiamo chiuso i porti", ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini in merito al'ipotesi circolata nei giorni scorsi di voli charter dalla Germania all'Italia.

A spingere per i rimpatri sarebbe infatti ministro dell'Interno tedesco Horst Seehofer, ma ad oggi non è stato ratificato nessun accordo con l'Italia.

Si tratterebbe di una decisione clamorosa, che non ha precedenti nella storia recenti, perché l'Italia si assumerebbe la responsabilità di bloccare un volo ufficiale di un altro stato dell'Unione Europea, aprendo un contenzioso legale su un aspetto del Regolamento di Dublino.

"Oppure - ha proseguito il leader M5S - si sta dicendo che noi possiamo rimpatriare africani sub-sahariani nei Paesi dell'Africa senza nessun accordo?"

Il primo addirittura dovrebbe arrivare a Fiumicino nei prossimi giorni: a bordo 40 "dublinanti", ossia migranti sbarcati e richiedenti asilo in un Paese - in questo caso, il nostro - che poi lasciano, per girare nel resto d'Europa da uomini liberi. "Certo, se fosse vero, potrebbe essere un problema politico e diplomatico", ha fatto sapere il dicastero diretto da Matteo Salvini.

"Se qualcuno, a Berlino o a Bruxelles, pensa di scaricare in Italia decine di immigrati con dei voli charter non autorizzati, sappia che non c'è e non ci sarà nessun aeroporto disponibile", ha detto Salvini rivolgendosi a coloro che definisce "dublinanti", in riferimento al Patto comunitario sull'accoglienza dei migranti sottoscritto nella capitale irlandese.

Altre Notizie